Acr, Giordano è già un leader: “Giocare a Messina è un vanto”

Il nuovo difensore biancoscudato tesse le lodi del gruppo che sta nascendo: “Ci sono tanti giovani professionali, sarà facile collaborare con loro”
07.08.2019 09:46 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Acr, Giordano è già un leader: “Giocare a Messina è un vanto”

Giorni di lavoro intensi per l’Acr Messina che nel Bonelli di Montepulciano ha trovato l’impianto ideale per perfezionare i propri meccanismi tecnici e tattici. Alle porte c’è l’amichevole con la Pianese (oggi pomeriggio alle 17,00), un test contro una formazione professionistica che metterà a dura prova un gruppo ancora in costruzione, al quale presto il ds Obbedio aggiungerà quei due/tre tasselli d’esperienza che regaleranno il salto di qualità all’intera rosa.

Uno di questi, Gaetano Ungaro, è arrivato a rimpolpare la difesa, reparto in cui si sta mettendo in mostra, anche per le qualità umane e di leadership, Antonello Giordano: “Ci siamo trovati benissimo a Sarteano - dice a proposito del cambio dell'impianto per gli allenamenti - ma adesso siamo in una struttura più grande, con un campo più adatto a noi che ci permette di allenarci meglio. Il test con la Pianese sarà certamente più importante e probante rispetto al precedente, ma noi già siamo in clima competitivo e cercheremo di mettere in campo il meglio delle nostre potenzialità”.

31 anni il prossimo 16 agosto, Giordano ha un curriculum vastissimo con oltre 250 presenze in Serie D ed è un po’ il papà di un reparto difensivo in cui spiccano tanti giovani promettenti, come Strumbo (2000) o lo stesso Forte, nonostante l’ex Fidelis Andria da quest’anno non si più under. Tra tutti sta già nascendo un’importante intesa, dentro e fuori dal campo come evidenziato dai video realizzati dall’area comunicazione dell’Acr: “Ci sono tanti bravi ragazzi - afferma Giordano - che si impegnano con massima professionalità e sarà facile collaborare con loro. C’è già una buona sintonia in campo e questi giorni di ritiro sono utili per migliorare anche l’intesa fuori dal campo”.

La terza stagione in Serie D dell’Acr Messina targato Sciotto è quella in cui non si può sbagliare, ma Giordano non si piega al peso della responsabilità: “Sappiamo quanto sia importante - conclude - ma il nostro lavoro è prima di tutto una passione e ogni cosa viene più semplice. Ci teniamo a far bene per noi e per i tifosi, per questo promettiamo massimo impegno e suderemo la maglia in allenamento e partita. Metteremo tutto quello che abbiamo, perché siamo in una piazza importantissima e per noi è motivo di vanto stare qua”.