Acr Messina, Ungaro: "I derby sono altri, nessuna paura"

Il difensore centrale ha presentato la sfida contro l'Fc Messina ed è deciso a riprendersi quei punti non arrivati a Licata, dove resta il rammarico per alcuni episodi dubbi
02.11.2019 12:58 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Acr Messina, Ungaro: "I derby sono altri, nessuna paura"

Vigilia di una gara, quella tra Acr Messina ed Fc, di grande attesa per i tifosi e per le due società che, costruite con altre ambizioni, si trovano costrette a inseguire e ridurre il gap con le prime posizioni.
“Sappiamo tutti che è una partita importante, ma i derby sono altri”, ha commentato il difensore dell’Acr, Gaetano Ungaro, deciso a conquistare i tre punti per riscattare lo 0-0 di Licata, tra proteste e rimpianti: “È  una partita alla quale tengono i tifosi, ci teniamo noi e la società e fare bene vuol dire farlo per i tifosi, società e per noi che ce lo meritiamo, perché domenica da Licata si poteva tornare con tre punti. Il gol annullato era regolare e c’era il rigore su Saverino”, ha ricordato il difensore centrale classe 1987.

Proprio il reparto arretrato è quello che, nelle ultime gare, ha dato ampie garanzie. La squadra subisce poco ma, dall’altro poco, non riesce a finalizzare: “Quando ci difendiamo e non prediamo gol non è solo merito dei quattro ma di tutta la squadra che si muove bene, così come se non riusciamo a segnare non è colpa dei tre ma di tutta la squadra che non mette in condizioni le punte a far gol. Ci stiamo lavorando tanto, ci alleniamo tutti bene e domani dobbiamo confermare quello che abbiamo fatto a Licata. Un’ottima partita ma è mancato solo il gol, che avevano anche fatto”.

Il Licata, però, è il passato, domani l’avversario sarà un Fc Messina, in serie utile da quattro giornate e con un potenziale offensivo pericoloso ma poco espresso: “Sempre rispetto per l’avversario ma paura assolutamente no. I nostri attaccanti sono anche importanti e, quindi, guardo a casa mia. Prepariamo la partita sotto tutti i punti di vista, sappiamo che è un avversario che va rispettato ma ce la giochiamo senza paura”, ha aggiunto Ungaro, pronto a scendere in campo al centro della difesa dell’Acr, che non avrà Marfella e Bruno, con ogni probabilità sarà sostituito da Giordano.
“Non cambia nulla, chi giocherà fa bene. Sia Bruno che Giordano hanno fatto sempre buone prestazioni, ci troviamo bene ed è importante anche questo”.