Acr, Modica: "Gli episodi ci hanno condannato negativamente"

L'allenatore giallorosso contesta il rosso a Bruno, il gol annullato a Cocuzza e il rigore negato a Rosafio nel post gara: "Alcune situazioni mi lasciano amareggiato"
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 829 volte
Acr, Modica: "Gli episodi ci hanno condannato negativamente"

L'1-1 del Messina in casa dell'Ercolanese non soddisfa per nulla Giacomo Modica, allenatore giallorosso che a Radio Amore confessa che "c'è un po' più dell'amaro in bocca, c'è tristezza perché la squadra non merita questa situazione. Abbiamo fatto una buona gara ma gli episodi ci hanno condannato in maniera netta negativamente". Gli episodi, nella fattispecie, sono un gol annullato a Cocuzza, il doppio giallo a Bruno e un rigore negato nel finale a Rosafio: "Le situazioni singole vorrei lasciarle commentare a voi - dice rivolgendosi ai colleghi in studio, prima di riprendere -; il gol a quanto dicono tre fotografi messi dietro la porta è regolare, il rigore pare ci fosse, l'ammonizione di Bruno e alcune situazioni a metà campo mi lasciano amareggiato".

"I ragazzi ci mettono tanto cuore e abnegazione - prosegue il mister -, il risultato potrebbe essere importante perché abbiamo comunque giocato con quella che già sapevamo essere una signora squadra, e aver messo in campo il nostro gioco ci rafforza nell'orgoglio. Abbiamo valori umani e tecnici importanti, è indispensabile per noi proseguire su questa strada". Non è un Messina da 10 in pagella, però: "La nota negativa è che dovevamo gestire meglio il pallone nella ripresa, in superiorità numerica, portandolo da un lato all'altro del campo e cercando la soluzione importante al momento giusto. Abbiamo perso le distanze e le misure, ci siamo abbassati troppo e non abbiamo avuto il coraggio di chiudere la partita con il gioco".

Altra nota dolente, nel finale, "i gol subiti da calcio da fermo, questa è la quinta partita in cui accade e non mi va giù. Dobbiamo lavorare e cercare di essere più attenti".