Il Messina pensa ancora a Rabbeni. In difesa si punta Amedeo Silvestri

Pronti alcuni colpi mercato: avviati i contatti con l’attaccante, già a un passo lo scorso dicembre. Se dovesse saltare Porcaro piace l’ex centrale del Troina. Da vincere la concorrenza del Gela
06.08.2018 13:44 di Antonio Billè Twitter:   articolo letto 2586 volte
Luciano Rabbeni
Luciano Rabbeni

Entra nel vivo il calciomercato del Messina che fin qui ha regalato poche gioie ai propri sostenitori. Con appena cinque innesti ufficiali e una fase di stallo che sembra non avere fine, il presidente Sciotto dovrà rispondere presto ai mugugni di ambiente e tifoseria che scalpitano per vedere una rosa competitiva e che possa regalare grosse soddisfazioni.

Gli ultimi contatti avviati dal massimo dirigente e dai responsabili dell’area tecnica, riguardano l’attaccante Luciano Rabbeni che sarebbe un sicuro top player per la categoria. Più di 60 centri in oltre 170 gare di Serie D, rappresentano un biglietto da visita che parla da solo per un ragazzo che è stato protagonista nel 2017 con le maglie di Sicula Leonzio e Latina e che nella passata stagione ha vestito la maglia del Lecco. Dipendesse solo da Rabbeni, sarebbe già a Messina, ma anche nello scorso mercato invernale i contatti erano stati fitti e poi l’affare sfumò sul più bello.

Siciliano di Caltanissetta, non ha smesso di crederci e giocherebbe volentieri in una delle piazze più importanti dell’isola. Sciotto e l’area tecnica hanno già parlato con il procuratore del calciatore e stanno valutando insieme la situazione. Bisogna solo trovare la giusta intesa, ma con Rabbeni la squadra prenderebbe una forma importante: l’ex Leonzio affiancherebbe uomini di esperienza come Gambino, Cossentino e Cocimano che in D sono sinonimo di solidità e affidabilità.

Mentre Raffaele attende ancora l’innesto del ’99 Kevin Biondi allenato all’Igea Virtus e con il difensore Francesco Russo che ha già lasciato il ritiro (dove invece è arrivato Maurizio Dall’Oglio), il Messina continua a sognare l’acquisizione di Pasquale Porcaro. Sul difensore, però, è forte l’interesse di diverse squadre di C e D, tanto che il Gela avrebbe messo sul piatto un’offerta importante sia per lui che per lo stesso Rabbeni, ma anche per Giovanni Ricciardo e per gli ex messinesi Ragosta, Lavrendi e Misale.

Se dovesse sfumare l’arrivo di Porcaro, la triade Sciotto-Parisi-Grasso avrebbe già pronta l’alternativa: si tratta di Amedeo Silvestri, fratello di Luigi che fu protagonista a Messina tra il 2013 e il 2015. Con un centinaio di presenze in Serie D con Acireale, Chiavari, Bra e Sestri Levante, Silvestri ha vissuto l’ultima ottima annata del Troina, arrivando a un passo dalla promozione tra i professionisti, con 26 presenze e un gol, siglato proprio al San Filippo contro il Messina nel match pareggiato 2-2 lo scorso 22 ottobre.