Il Messina saluta subito la Coppa. Al Marina di Ragusa basta un rigore

La rete di Mistretta al 70' sancisce il ko dei biancoscudati nel turno preliminare. Pesa l'assenza di un riferimento in attacco: le occasioni migliori nel primo tempo e tutte su calcio piazzato
18.08.2019 17:04 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
L'occasione finale di Crucitti
L'occasione finale di Crucitti

Tutto secondo previsioni nel primo Messina che scende in campo sul neutro di Palazzolo Acreide per affrontare il turno preliminare di Coppa Italia contro il Marina di Ragusa. Cazzarò ripropone dal primo minuto la formazione che ha giocato e vinto in amichevole contro la Pianese (formazione di Serie C) nel corso del ritiro estivo: tra i pali c’è Avella (2000), mentre nella linea difensiva si muovono Forte, Giorano e Strumbo (2000); esterni di centrocampo sono Saverino (2001) e Fragapane con Ott Vale, Sampietro e Buono (’99) interni; davanti, il capitano Crucitti agisce alle spalle di Suma (2000).

La cronaca
Primo tempo
: Squadre in campo, si parte allo Scrofani-Salustro. Al 4' la propria opportunita è di marca iblea, con un'iniziativa di Mistretta che salta Forte e calcia sul fondo dai 20 metri. Risponde il Messina una decina di minuti dopo con una punizione di Crucitti che scavalca la barriera, ma esalta Di Carlo che respinge in tuffo. Si avventa sulla sfera Saverino il cui cross è ancora preda del portiere di casa. I biancoscudati tengono in mano il pallino del gioco e intorno al 20' si fanno vedere con un altro piazzato di Ott Vale che finisce non lontano dai pali. Argentino pericoloso anche sugli sviluppi di un piazzato, ma la sua conclusione, dopo un buon lavoro di Suma, non è fortunata. L'ex Lecce è costretto a lasciare il campo alla mezz'ora per infortunio: al suo posto in campo il 2001 Angelo Cafarella, reduce da una stagione con il Città di Messina. Il 3-5-2 di Cazzarò adesso è privo di un riferimento di peso offensivo e allora spazio a giocate in velocità e, soprattutto, alla possibilità di sfruttare le palle da fermo, come al 34' quando Giordano stacca sul corner di Crucitti, ma trova solo l'esterno della rete. Si difende con ordine il Marina di Ragusa e al 44' si fa anche vedere in avanti con uno schema che porta al tiro Bonfiglio, palla sul fondo. L'arbitro concede due minuti di recupero e l'ultima opportunità del primo tempo è ancora di marca messinese, ma, sempre sugli sviluppi di un calcio piazzato, Ott Vale non inquadra la porta, sciupando una discreta occasione. Si va al riposo così sullo 0-0. Buon Messina che ha creato i presupposti per il vantaggio con un paio di calci da fermo, ma nello sviluppo della manovra pesa l'assenza di un centravanti di riferimento. Da valutare le condizioni di Suma, uscito per infortunio.

Secondo tempo: Si riparte senza ulteriori cambi. Il Marina di Ragusa è entrato in campo con maggiore convinzione rispetto a un primo tempo giocato soprattutto in attesa. Al 53' ripartenza fulminea di Bonfiglio che taglia il campo per Maiorana, ma è bravo Forte nella chiusura e favorisce l'intervento di Avella che respinge. Tre minuti dopo arriva la prima ammonizione stagionale per il Messina: la becca Giordano che ferma irregolarmente Mistretta. Stessa sorte al 57' per Ott Vale. Il Messina non riesce più a rendersi pericoloso con la costanza del primo tempo e allora gli iblei prendono il sopravvento. Al 70' c'è un contatto tra Strumbo e Bonfiglio in area messinese e l'arbitro concede il rigore, scatenando le proteste dell'ex Roccella. Dal dischetto va Mistretta che batte Avella e sblocca il punteggio. Cazzarò corre subito ai ripari e manda in campo Siclari per Buono, affiancando l'ex Andria a Cafarella, con Crucitti che si sposta alle spalle del nuovo duo d'attacco. Le offensive del Messina, però, non producono gli effetti sperati e il Marina di Ragusa regge fino agli ultimi minuti di gioco, lucrando sul vantaggio con una serie di perdite di tempo. Vengono concessi quattro minuti di recupero e il Messina si rende pericoloso solo al 93' con una tripla opportunità: prima Giuliano chiude prontamente su Cafarella, poi Di Carlo vola sul tiro a botta sicura di Crucitti e infine Fragapane manda alto di testa sugli sviluppi del corner seguente. Si apre, così, con una sconfitta la stagione del Messina che saluta subito la manifestazione tricolore che l'anno scorso aveva riservato le soddisfazioni maggiori con la finale persa contro il Matelica. Da registrare soprattutto il reparto avanzato, in cui pesano l'assenza di Esposito e le precarie condizioni di Siclari, arrivato in biancoscudato solo venerdì.

Marina di Ragusa-Acr Messina 1-0
Marcatori
: 25' st Mistretta (rig.)

Marina di Ragusa: Di Carlo, Carnemolla, Belluardo, Calivà, Mancuso, Giuliano, Iannizzotto, Mauro, Maiorana (27' st Di Vincenzo), Mistretta (45' st Velardi), Bonfiglio (40' st Di Bari). A disposizione: Cilmi, Mangione, Cervillera, Oro, Gioia. Allenatore: Salvatore Utro.

Acr Messina: Avella, Forte, Strumbo, Sampietro, Giordano, Fragapane, Saverino (36' st Orlando), Ott Vale, Suma (29' Cafarella), Crucitti, Buono (27' st Siclari). A disposizione: Pozzi, De Meio, Nardelli, Barbera, Bonasera, Bossa. Allenatore: Michele Cazzarò.

Arbitro: Mauro Gangi della sezione di Enna
Assistenti: Piero Cumbo e Manfredi Scribani di Agrigento

Ammoniti: Mauro (MR), Giordano (M), Ott Vale (M), Belluardo (MR), Di Carlo (MR)