Il Messina sospende tre giocatori. Rescissione per Petrilli

Gambino, Russo, Cossentino non rientrano più nei piani tecnici della società. L'esterno d'attacco, invece, interrompe definitivamente ogni rapporto col giallorosso
03.12.2018 19:31 di Antonio Billè Twitter:   articolo letto 1176 volte
Genny Russo
Genny Russo

Continua il repulisti in casa Messina che, dopo la rescissione della scorsa settimana con i sei under, sospende dagli allenamenti l'attaccante Giuseppe Gambino e i difensori Genny Russo e Alberto Cossentino. I tre non rientrano nei piani tecnici della società e sono tra le maggiori delusioni di un girone d'andata tutto da dimenticare. Rescissione, invece, per Nicola Petrilli, tra i meno peggio fin qui, ma corteggiato da Trento e Belluno e voglioso di avvicinarsi a casa.

Gambino, arrivato a Messina dopo un inseguimento durato tutta la passata stagione, lascia con il magro bottino di un gol in campionato, contro il Città di Messina, e di due centri in Coppa Italia, nell'esordio ufficiale contro l'Igea Virtus. Dopo aver indossato anche la fascia da capitano, paga per l'ingaggio pesante e per un rendimento abbondantemente al di sotto della media: chi si aspettava valanghe di gol non ne conosceva il curriculum, ma Gambino è mancato anche sul piano della personalità e del temperamento.

Già mediocre nella sua prima esperienza in riva allo Stretto, Genny Russo era stato tesserato a mercato chiuso e dopo l’arrivo in panchina di Infantino per sopperire all’emergenza di un reparto difensivo ridotto all’osso e scarsamente amalgamato. Per Cossentino, invece, vale il discorso già fatto per Gambino: sempre insufficiente, è stato anche penalizzato da una condizione fisica approssimativa e da un infortunio che lo ha tenuto fuori dal campo in quest’ultima parte di campionato.