Il Messina stecca malamente l'esordio. Il Troina domina e vince

2-0 deciso nella ripresa da Fernandez Cipolla e in pieno recupero da Palermo. Biancoscudati inesistenti e mai pericolosi dalle parti di Serenari
01.09.2019 15:03 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Il Messina stecca malamente l'esordio. Il Troina domina e vince

È tempo di fare sul serio per il Messina che apre il campionato di Serie D 2019/20 in casa del Troina, un campo che nelle ultime due stagioni non ha portato fortuna alla creatura del presidente Sciotto. Dopo il ko in Coppa nel turno preliminare con il Marina di Ragusa, Cazzarò ripropone Crucitti a supporto di una sola punta, ma stavolta al centro dell’attacco c’è l’esperto Beppe Siclari, voglioso di riscattare una stagione poco positiva tra Andria e Cerignola. In mezzo al campo non ci sarà Sampietro, al suo posto spazio per Bossa che completa il terzetto di interni con Ott Vale e Buono (’99); sugli esterni confermati Fragapane e Saverino (2001), mentre in difesa, davanti al portiere Avella (2000), Ungaro è preferito a Forte e agisce al fianco di Giordano e Strumbo (2000). Nel Troina in campo dal primo minuto l’ex Akrapovic.

La cronaca
Primo tempo
: Tutto pronto in un Proto a porte chiuse per disposizione della Prefettura di Enna a causa dei cantieri ancora attivi all'interno dell'impianto. Messina in completo biancoscudato, Troina con maglia rossa, pantaloncini e calzettoni bianchi. La gara si ravviva dopo dieci minuti di studio, con la prima occasione della gara che capita sui piedi di Fernandez Cipolla, il cui mancino è bloccato a terra senza patemi da Avella. Risponde il Messina con una palla in verticale di Saverino per Crucitti che si rivela leggermente lunga e Serenari può intervenire in uscita. Il 2001 ex Città di Sant'Agata conferma le buone impressioni destate nel precampionato e al 13' serve un gran recupero in spaccata di Indelicato per limitarne l'incursione in area. Contropiede Troina due minuti dopo, lancio ancora per Fernandez Cipolla e destro di prima intenzione che Avella respinge con sicurezza. Portiere biancoscudato ancora protagonista su Indelicato, che sfrutta lo spazio a sinistra, ma pecca nella conclusione. Sono solo pochi minuti di vivacità, però, perché col passare della frazione i ritmi si abbassano e le azioni latitano, con il Messina che non riesce a sviluppare una manovra degna di nota. Il primo lampo arriva al 35' con una buona azione di squadra che coinvolge Buono, bravo ad allargare il gioco per Fragapane, il cui traversone è spizzato da Bossa, ma non è corretto in porta da Siclari che non inquadra la specchio della porta. Rispondono i troinesi al 39' con una punizione da posizione defilata di Saba che termina di poco a lato. Si chiude senza gol un primo tempo molto tattico, in cui il Messina ha faticato a trovare sbocchi per pungere l'ordinata difesa di casa. Dalla panchina Cazzarò potrebbe pescare anche la verve offensiva di Claudio Coralli, ultimo arrivato in biancoscudato che potrebbe dare manforte a Siclari, spesso troppo isolato al centro dell'attacco.

Secondo tempo: Si riparte senza sostituzioni e dopo meno di un minuto ci prova Ibra Bamba, ma il suo tiro non è preciso. Non cambia il copione della gara e il Messina non riesce mai a rendersi pericoloso: Cazzarò prova a invertire il trend mandando in campo Coralli per Bossa al 57'. Un minuto dopo azione un po' casuale del Troina: Camacho alza uno strano pallone verso Fernandez Cipolla che riesce a saltare anche Avella, ma si allunga la sfera che termina fuori. Padroni di casa ancora vicini al vantaggio con Daqoune che prima non trova l'impatto con la sfera su cross del solito Fernandez Cipolla e poi, su palla di Saba, calcia addosso ad Avella che respinge corto. Sul prosieguo dell'azione Ibra Bamba calcia alto con la porta praticamente vuota. Messina inesistente in fase di proposizione, Boncore manda in campo Fruci per Bamba al 71' e, un minuto dopo, lo scatenato Fernandez Cipolla sorprende Ungaro su cross di Saba, anticipa anche Avella e manda in rete il meritato vantaggio del Troina. Doppio cambio per Cazzarò al 75' con De Meio e Nardelli che prendono il posto di Strumbo e Saverino, ma il Messina non riesce a imbastire gioco palla a terra, lasciando spesso l'incombenza ai tre difensori centrali che se la cavano con lanci lunghi che la retroguardia troinese controlla sempre senza patemi. Inermi, fin qui, Siclari e Coralli. I padroni di casa congelano la gara, perdendo tempo in maniera sistematica e spezzettando di fatto il gioco: Messina mai pericoloso dalle parti di Serenari e al 94', in contropiede, Palermo fissa il raddoppio ribadendo in rete un miracolo di Avella sul suo stesso tiro. Finisce così 2-0: terza sconfitta all'esordio negli ultimi tre campionati di Serie D per il Messina che deve subito cambiare registro per non rischiare di gettare alle ortiche l'ennesimo campionato.

Troina-Acr Messina 2-0
Marcatori
: 27' st Fernandez Cipolla, 49' st Palermo

Troina: Serenari, Toure, Indelicato (37' st Cinquemani), Saba, Raia, Akrapovic, Fricano, Daqoune, Fernandez Cipolla (32' st Palermo), Camacho (42' st De Santis), Bamba (26' st Fruci). A disposizione: Compagno, Giambanco, Toscano, Zerillo, Celesia. Allenatore: Giuseppe Boncore.

Acr Messina: Avella, Ungaro, Strumbo (30' st Nardelli), Bossa (12' st Coralli), Giordano, Fragapane, Saverino (30' st De Meio), Ott Vale, Siclari, Crucitti, Buono. A disposizione: Pozzi, Forte, Bonasera, Orlando, Suma, Capilli. Allenatore: Michele Cazzarò.

Arbitro: Kevin Bonacina di Bergamo
Assistenti: Francesco Piccichè di Trapani e Alfio Selmi di Acireale

Ammoniti: Giordano (M), Strumbo (M), Fricano (T), De Meio (M)