L'Acr Messina va a Chianciano. Forte, la stagione della verità

23 i calciatori partiti per la Toscana, aggregato anche il portiere 2002 Alleruzzo. L'ex difensore della Fidelis Andria: "Accoglienza fantastica, da brividi"
27.07.2019 13:21 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Francesco Forte
Francesco Forte

È iniziata la missione Chianciano per l’Acr Messina che da domani inizierà le proprie fatiche precampionato nel centro toscano, in cui resterà in ritiro fino al prossimo 13 agosto.

23 i calciatori che sono saliti sul pullman alle prime ore del mattino: ai ragazzi annunciati mercoledì si sono uniti il difensore Nardella (2001) ufficializzato ieri e il portiere Gabriele Alleruzzo (2002 scuola Camaro), al momento solo aggregato e in attesa di valutazione. Arriverà direttamente a Chianciano, invece, Michele Avella che già domani potrebbe diventare ufficialmente il nuovo numero uno biancoscudato.

Tra i volti più attesi del nuovo corso dell’Acr Messina c’è senz’altro il difensore Francesco Forte, reduce da un’ottima stagione con la maglia della Fidelis Andria. Altro calciatore dal grande fisico che conferma la volontà del duo Obbedio-Cazzarò di costruire una squadra imponente sul piano atletico: “Sta nascendo una squadra molto fisica - dice - ma noi cercheremo di giocare palla a terra e fare la partita come vuole il mister. Abbiamo ricevuto un’accoglienza fantastica, me l’aspettavo conoscendo piazza e tifosi, però vedere tutto dal vivo fa sempre un certo effetto e mette i brividi. Le mie caratteristiche? Ho sempre fatto il terzo a destra, ma ho giocato anche a sinistra come nella maggior parte dello scorso campionato”.

Classe 1998, Forte è alla sua prima stagione non da under, quella in cui dovrà dimostrare tutto il proprio valore: “La questione under secondo me influisce poco - spiega - perché se sei bravo giochi a prescindere e poi da giovane devi dare qualcosa in più degli altri per conquistare il posto”.