Messina, Facciolo: "Rimonta vanificata da un calo mentale. Peccato!"

Quarta gara consecutiva che l'Acr subisce gol, per il tecnico si tratta solo di disattenzioni di gioco.
15.04.2018 20:26 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 251 volte
Mister Facciolo
Mister Facciolo

Mister Facciolo, in sala stampa al termine della gara con la Palmese, ha scolpita in viso la delusione per il pareggio subito dal Messina nei minuti di recupero : “Nel finale è successo che, dopo il gol di Rosafio sono calate attenzione e concentrazione – afferma il tecnico in panchina per la mega squalifica che impedirà a Giacomo Modica di essere presente fino al termine del torneo – e questo fa diventare qualsiasi squadra vulnerabilissima in modo tale da prendere due gol negli ultimi tre minuti di recupero. Abbiamo staccato mentalmente forse anche in conseguenza dell’inconveniente accaduto subito dopo il 4 a 2 a nostro favore, con la riparazione della rete nella porta difesa da Capone. Chi non ha fatto calcio non può comprendere pienamente questa dinamica, ma fermarci in quel momento ha fatto pensare ai nostri calciatori che la partita fosse già vinta, mentre gli avversari, che non avevano nulla da perdere, si sono buttati tutti in avanti e la loro forza di volontà è stata, purtroppo per noi, premiata. Peccato, perché, dopo la prestazione un po’ sotto tono sul piano del ritmo dei primi 45’, in cui abbiamo anche concesso due gol evitabilissimi, negli spogliatoi ci siamo guardati in faccia e siamo rientrati in campo con un atteggiamento completamente diverso, schiacciando la Palmese nella propria area, creando, oltre i gol, anche altrettante occasioni nette, ribaltando il risultato ricorrendo al gioco. Negli ultimi tre minuti, però, questa piccola nostra impresa odierna rappresentata dalla rimonta, è stata vanificata e, di questo, sono molto rammaricato”.

E’ la quarta partita consecutiva in casa nella quale il Messina subisce gol dagli avversari, ma Facciolo non ritiene che il risultato odierno dipenda dalla fase difensiva: “Al di là degli episodi da cui sono arrivati i gol subiti, per qualche disattenzione nelle particolari situazioni di gioco – continua l’allenatore del Messina – il pareggio è figlio di quegli ultimi sciagurati minuti, nei quali siamo tornati anche a soccombere su palla inattiva, cosa che non ci succedeva da 6 turni. Durante le ultime settimane abbiamo lavorato molto sui meccanismi difensivi, e, nonostante ciò, non siamo riusciti a leggere bene le giocate degli avversari. Sul primo gol di oggi c’era forse un fallo su Inzoudine che, però, è stato ingenuo a farsi spostare dall’avversario, ma, nel resto della gara, non mi ricordo parate significative di Meo, solo palle lunghe verso i loro attaccanti pescati sistematicamente in fuorigioco, soprattutto durante il secondo tempo”.

Le ultime parole di Facciolo sono dedicate a Totò Cocuzza, determinante nella concretizzazione della rimonta: “Totò è andato benissimo oggi, sono molto soddisfatto di ciò che ha fatto quando è stato chiamato in causa. Purtroppo, quest’anno è stato sfortunato con una serie di infortuni che ne hanno condizionato pesantemente il rendimento, fermandolo ogni volta in cui provava a riprendere, ma sono convinto che ha ancora motivazioni, carattere e qualità per poter dire la sua sia negli ultimi due turni di campionato che nel prosieguo della sua carriera".