Messina inguardabile, Porcaro lo salva: 2-2 nel finale con il Troina

Solita prestazione pessima dei biancoscudati, che passano con Arcidiacono, vengono superati dall'autorete proprio di Porcaro e dal gol di Bonfini, prima che il centrale sigli il pari. Proteste in curv
02.12.2018 14:59 di Gregorio Parisi Twitter:    Vedi letture
Messina inguardabile, Porcaro lo salva: 2-2 nel finale con il Troina

Panchina per Zappalà, tribuna per Lourencon: non c'è spazio per i due nuovi arrivi in casa Messina nel 4-3-3 scelto da Oberdan Biagioni per la gara interna contro il Troina, la prima con il mercato aperto. Torna Meo in porta, con la difesa composta dai '99 Sarcone e Dascoli sulle fasce e la coppia Ibojo-Porcaro centrale. A centrocampo Genevier in cabina di regia con Bossa e Traditi mezzali e, in avanti, il trio Petrilli-Rabbeni-Arcidiacono.

Terreno di gioco in pessime condizioni che risente, pesantemente, delle piogge degli ultimi giorni. Dirige l'incontro il fischietto trapanese Daniele Virgilio con Daniele Lambiase ed Emanuele Gargano, entrambi di Palermo, assistenti.

La cronaca
Primo tempo
: Inizio subito aggressivo dei peloritani, che con Rabbeni dopo quindici secondi pressano altissimo Polizzi, che riesce a liberare l'area con qualche affanno. La curva messinese, presente con circa 200 elementi, mostra da prima del fischio d'inizio l'emblematico striscione "Solo per la maglia" e non canta. Allo scoccare del 3' minuto Ferreira riceve in area e prova il dribbling ma Ibojo non si fa sorprendere e ferma il numero 9 ospite. La gara non mostra particolari scossoni, al 9' Musso scatta sul filo del fuorigioco, supera Ibojo ma viene contrato in corner da Porcaro al momento del tiro. Nel 3-5-2 ospite partono molto bassi Sidibe e Adeyemo, i due esterni di centrocampo che spesso si appiattiscono sulla linea difensiva rendendo lo schieramento un 5-3-2. Al quarto d'ora Ferreira scaglia un destro da fuori che Meo respinge con i piedi, sulla respinta ci prova di prima Adeyemo ma Sarcone spazza in fallo laterale. Dopo i trenta secondi iniziali, Messina fino a questo momento praticamente non pervenuto. Al 18' corner ancora di Adeyemo, Musso sul primo palo interviene ma devia fuori. Nell'azione resta a terra Ibojo, che viene sostituito da Zappalà, al suo esordio quindi con la nuova maglia. Al 22' Ferreira svirgola malamente la conclusione e parte il contropiede del Messina con Petrilli che a sua volta viene fermato in una situazione che poteva essere favore per i padroni di casa. Al 27' continua la collezione di errori personali Pasquale Porcaro, saltato senza difficoltà da Ferreira che poi serve Boscaglia che sbaglia lo stop e sfuma una grande occasione per la squadra di mister Boncore, l'unica che sta effettivamente provando a costruire qualcosa in campo. Al 31' primo cartellino giallo del match ed è per Zappalà, autore di un inutile intervento a metà campo su Ferreira. Al 33' il Messina trova la rete che sblocca il match: numero di Petrilli sulla sinistra che si destreggia bene sulla sinistra, taglio per Arcidiacono che sfrutta l'errore di Moudoumbou e batte Polizzi in uscita. Biancoscudati avanti al primo vero affondo. Il vantaggio dura cinque minuti: Sidibe sulla destra al 38' mette dentro un pallone che viene deviato da Porcaro, la traiettoria inganna Meo e il Troina pareggia. Un minuto dopo ancora attacco ospite con Adeyemo che però allarga troppo il tiro. Nuovamente ospiti con Ferreira che al 39' trova super Meo sulla sua strada, l'azione poi prosegue e Boscaglia mette fuori. Il Messina sembra essere uscito dal campo dopo il pari. Al 43' ancora il solito Arcidiacono ci prova con un bel numero, sinistro respinto da Polizzi, si avventa Petrilli che con una deviazione ospite mette dentro, ma il numero 11 biancoscudato mette in fuorigioco. Durante l'unico minuto di recupero concesso, si sveglia la curva che supporta la protesta di Arcidiacono su Polizzi, reo di aver perso troppo tempo. Ammoniti entrambi, e prima frazione che termina con un 1-1 specchio della poca, quasi nulla verve del Messina con un Troina che, con tutti i propri limiti, ha mostrato più voglia.

Secondo tempo: Si ricomincia senza cambi. Subito problemi per Dascoli dopo un intervento di Sidibe. Al 3' goffo intervento di Meo che non riesce a bloccare una conclusione centrale di Saba e regala un corner al Troina. Nulla di fatto per gli ospiti dopo due angoli consecutivi e un fallo subito proprio dall'estremo difensore biancoscudato.Al 5' Dascoli getta la spugna e lascia il posto a Lundqvist. Lo svedese classe 2000 va sulla corsia di destra, con Sarcone ora a sinistra. Pochissimo da segnalare quando si arriva al 12'. I tifosi messinesi continuano la loro protesta, facendosi sentire esclusivamente quando Porcaro riceve palla, fischiando il centrale messinese. Al quarto d'ora ammonito anche Petrilli, che dopo un dribbling in area viene fermato in corner simulando goffamente un fallo subito. Al 21' ci prova, finalmente, il Messina: da corner di Genevier si inseriscono Zappalà e Traditi, colpisce quest'ultimo che in torsione manda fuori. Dall'altra parte incursione di Saba che ottiene un corner sfruttando la solita prestazione poco brillante della difesa giallorossa. Dalla bandierina Adeyemo cerca Ferreira, fuori di poco. Biagioni capisce che si deve cambiare qualcosa e inserisce i centrimetri di Giuseppe Gambino per Traditi, autore dell'ennesima prova incolore della sua stagione. Si passa al 4-2-4. È bravo al 28' Petrilli che prende palla al limite dopo un rinvio difensivo, stop a seguire col tacco per evitare un avversario e sinistro bloccato a terra da Polizzi. Alla mezz'ora incomprensibile scelta di Gambino su piazzato di Genevier, nel cuore dell'area colpo di testa più da difensore a spazzare che da punta e pericolo sfumato. Al 33' arriva però il vantaggio del Troina: il corner di Adeyemo trova a metà strada Meo, che non esce e non resta in porta, Bonfini salta e insacca. La Sud chiede di giocare senza la maglia, stanca di un'altra prestazione complessiva ai limiti della decenza. La mossa di Biagioni non si fa attendere e Cocimano rileva Rabbeni: l'ex Acireale va a destra, Arcidiacono si accentra con Gambino per formare il nuovo tandem offensivo. Al 37' Adeyemo trova la deviazione centrale di Musso, palla larga di molto ma ancora buona azione ospite. A un minuto dal termine Genevier scodella in mezzo un'altra punizione e Porcaro salta più in alto di tutti: è il pareggio che non placa i fischi dei tifosi peloritani all'indirizzo del numero 5. Cinque minuti di recupero. Durante il terzo incomprensibile scelta di Petrilli che calcia altissimo anziché alimentare l'azione offensiva. Rischia Polizzi, già ammonito, che continua con le sistematiche perdite di tempo ogni volta che può. Termina 2-2, il Messina perde un'altra occasione per riprendersi agli occhi dei propri sostenitori e lascia altri punti per strada. Basta un Troina dignitoso per portare a casa un punto, rischiando addirittura un successo che non sarebbe stato scandaloso. I giallorossi escono tra i fischi della curva.

Messina-Troina 2-2
Marcatori: 33' pt Arcidiacono, (M) 38' pt aut Porcaro, 33' st Bonfini, 44' st Porcaro (M)

Messina: Meo, Sarcone, Dascoli (5' st Lundqvist), Traditi (24' st Gambino), Porcaro, Ibojo (20' pt G.Zappalà), Arcidiacono, Bossa, Rabbeni (35' st Cocimano), Genevier, Petrilli. A disposizione Ragone, Carini, Mancuso, Russo, Cossentino. Allenatore Biagioni
Troina: Polizzi, Lo Cascio, Bonfini, Saba, Moudoumbou, Sidibe Chamberlain, Ceesay, Boscaglia, Ferreira Da Luz (40' st Ruano Castellanos), Adeyemo, Musso. A disposizione Zummo, Piyuka, Giamblanco, Gomes Guerra, Raia, S.Zappalà, Daqoune, Salluzzo. Allenatore Boncore

Arbitro: Daniele Virgilio di Trapani
Assistenti: Danele Lambiase ed Emanuele Gargano di Palermo

Ammoniti: G. Zappalà (M), Arcidiacono (M), Polizzi (T), Petrilli (M), Bossa (M)