Messina-Palmese è una gara folle! I calabresi strappano il 4-4 al 95'

Doppio vantaggio ospite firmato da Molinaro e Gagliardi, poi show dei giallorossi con Migliorini, Mascari, Cocuzza e Rosafio. In pieno recupero, però, la doppietta di Vitale sancisce il pari finale
15.04.2018 16:05 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 4750 volte
Messina-Palmese è una gara folle! I calabresi strappano il 4-4 al 95'

C'è qualche novità nell'undici titolare del Messina che affronta al San Filippo la Palmese nel quartultimo appuntamento di questa stagione. Modica, squalificato e sostiuito in panchina dal vice Facciolo, davanti al portiere Meo (2000) schiera Bruno sulla destra, Manetta e Bucca ('98) in mezzo e Inzoudine a sinistra; in mezzo al campo spazio per Migliorini, Bossa ('98) e Lavrendi, mentre davanti sono confermati Rosafio, Mascari ('99) e Ragosta. In panchina, tra gli altri, trovano posto Cassaro e Cocuzza.

La cronaca
Primo tempo
: Inizio a buon ritmo con due occasioni sprecate dai rispettivi attacchi nel primo minuto di gioco. Prima Bossa sfiora il palo alla sinistra di Capone con un destro dalla lunga distanza, poi Langwa spreca in piena area con un mancino altissimo. Pericoloso il Messina al 10' con Rosafio che non chiude al volo un'ottima azione manovrata, e, due minuti dopo, è bravo Capone a sventare, ma gli attaccanti giallorossi dimostrano poca cattiveria sotto porta. I neroverdi ospiti si dimostrano molto intraprendenti e provano a sfruttare la difesa, come sempre, altissima dei peloritani, che, d'altro canto, mantengono il pallino in mano, senza riuscire a pervenire al vantaggio. 2-2 il conto dei corner dopo venti minuti. Buona chance per il Messina al 18' con un traversone di Bruno dalla destra, ma Mascari manca l'impatto con la sfera per un soffio. Alla mezz'ora la sblocca la Palmese: lancio lungo per Molinaro che in velocità batte Inzoudine e porta in vantaggio i suoi con un destro non irresistibile che Meo non trattiene. I giallorossi non riescono a finalizzare qualche discreta azione di attacco dopo il vantaggio ospite e giunge puntuale il raddoppio neroverde al 40' con Gagliardi, bravo a chiudere con un piattone destro al limite dell'area piccola il cross preciso di Molinaro. Messina che stenta, ma riesce a pervenire al gol proprio ad inizio del recupero con Migliorini che trasforma, con un preciso rasoterra dal limite, la sponda di Mascari. Dopo due minuti di extra time, il signor Numerati emesse il duplice fischio e le due squadre vanno negli spogliatoi con la Palmese meritatamente in vantaggio contro gli uomini di Facciolo, apparsi poco concreti.

Secondo tempo: Bucca resta negli spogliatoi e Facciolo inserisce al suo posto Cozzolino, ricomponendo la coppia centrale difensiva Bruno-Manetta, e, dopo appena trenta secondi, Ragosta penetra in area tutto solo sulla sinistra, preferendo un impreciso servizio verso il centro alla botta verso la porta avversaria. Ancora pericoloso il Messina al 5' con un bello scambio Inzoudine- Lavrendi, sprecato dall'ex di giornata con un passaggio facilmente liberato dalla difesa ospite.Spingono ancora i padroni di casa e Rosafio viene anticipato di un soffio da Gambi a due passi dalla linea di porta, ma il forcing produce solo una serie di corner, su uno dei quali, viene ammonito Bruno per fallo in attacco a palla lontana. Il pareggio è nell'aria ed arriva al 12', con una iniziativa di Cozzolino, che salta l'avversario diretto sulla fascia destra lasciando partire un cross perfetto per la testa di Mascari, chirurgico nel colpo di testa del meritato 2 a 2. I giallorossi continuano a stringere nella propria area i neroverdi, spesso costretti a rifugiarsi in corner, e, al 17', su passaggio di Cocuzza, Mascari viene atterrato da Castro, l'arbitro decreta il penalty, trasformato freddamente da Cocuzza, appena entrato al posto di Ragosta. La Palmese accusa il colpo della fulminea rimonta messinese, ne fa le spese Colombatti, ammonito per un duro intervento ai danni di Inzoudine. Al 24' Pellicori cambia Langwa con Quiroga e Pellegrino per Trentinella, nel tentativo di ritrovare l'equilibrio perso in avvio di secondo tempo. Iniziativa interessante di Cocuzza al 27', con un pregevole stop per addomesticare il lancio millimetrico di Bruno seguito da un tiro mezzo metro sopra la traversa della porta difesa da Capone. Occasionissima sprecata un minuto dopo da Cucinotti di testa su cross da fermo di Vitale, ma la palla termina alta. Mascari, sul rovesciamento di fronte, imita il difensore neroverde, sfiorando da ottima posizione. Ancora cambio della Palmese con Monticelli che subentra a Mazzone, e, alla ripresa del gioco, Molinaro impegna severamente Meo, pronto nell'uscita, con l'arbitro che fischia fallo in attacco. Cartellino giallo per Cucinotti al 35', che fa il paio con l'altra ammonizione comminata a Quiroga, segnale dell'agonismo messo dai calabresi per recuperare il risultato, mentre il Messina prova a sfruttare gli spazi lasciati dagli avversari. Al 41', però, dopo l'ingresso di Iudicelli al posto di Bossa, arriva il poker giallorosso, grazie a Rosafio, rapido nel rubare il tempo a Castro poco dopo il centrocampo e freddissimo quando salta Capone e deposita in rete a porta vuota. Mister Facciolo concede gli applausi dello sparuto ma caldissimo pubblico presente a Rosafio, mettendo in campo il classe 99 Carini, ed il gioco si ferma per riparare la rete della porta difesa da Capone. Ne approfitta il Messina per effettuare la quarta sostituzione, Barbera al posto di Lavrendi, e la Palmese riprende il gioco dopo un paio di minuti, segnando subito il 4-3 grazie a Vitale, abile nel mettere alle spalle di Meo con un sinistro scoccato dal cuore dell'area giallorossa. Pericolo in area messinese al 47', sventato da Bruno, che chiude su Gagliardi, ma il clamoroso pareggio arriva proprio all'ultimo respiro, con un colpo di testa di Vitale su corner. Punto importante per la Palmese, amaro in bocca in casa Messina per il pareggio giunto quando stavano per scorrere i titoli di coda, con l'attenzione che si sposta al prossimo futuro in vista della prossima stagione

Messina-Palmese 4-4
Marcatori
: 30' pt Molinaro (P), 40' pt Gagliardi (P), 46' pt Migliorini, 12' st Mascari, 18' st Cocuzza (rig.), 42' st Rosafio, 47' st e 50' st Vitale (P)

Messina: Meo, Bruno, Inzoudine, Migliorini, Manetta, Bucca (dal 1' st Cozzolino), Rosafio (dal 42' st Carini), Bossa (dal 41' st Iudicelli), Mascari, Lavrendi (dal 45' st Barbera), Ragosta (dal 13' st Cocuzza). A disposizione: Rinaldi, Cassaro, Misale, Prisco. Allenatore: Facciolo.

Palmese: Capone, Colombatti, Gambi, Mazzone (dal 31'st Monticelli), Castro, Cucinotti, Langwa (dal 24' st Quiroga), Vitale, Molinaro, Gagliardi, Trentinella (dal 24' st Pellegrino). A disposizione: Saitta, Galullo, Lavilla, Armenise, Galliano, Conigliaro. Allenatore: Pellicori.

Arbitro: Alessandro Muneati di Rovigo
Assistenti: Fabrizio Almanza e Federico Fratello di Latina

Ammoniti: Manetta (M), Molinaro (P), Bruno (M), Colombatti (P), Quiroga(P), Cucinotti (P)

Corner: 10-4
Recupero: 2' e 6'