Messina, Zeman: “Non tutti remano dalla stessa parte”

Il tecnico non fa drammi sulle tante assenze con cui affronterà la trasferta in casa del Savoia, ma lancia messaggi sibillini: “In campo c’è un clima ottimo, fuori no”. Out anche Sampietro
07.12.2019 12:59 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Saverino, De Meio e Pozzi
Saverino, De Meio e Pozzi

Organico ridotto all’osso per il Messina che domani sarà di scena a Torre Annunziata per affrontare la vicecapolista Savoia con appena quattro attaccanti disponibili. Si tratta di Cafarella, Crucitti, Mancuso e Manfrè, quattro brevilinei cui aggiungere Saverino che al Giraud sarà schierato come esterno offensivo. Santi Mancuso, peraltro, è appena rientrato dal prestito alla fallita SSD Milazzo: “Penso che si arrivi comunque bene a questa partita - dice il tecnico Karel Zeman - sono sempre felice nella settimana che segue una vittoria e per di più la prestazione con il Nola era stata buona. Rispetto a quella partita mancherà Coralli e sicuramente l’assenza di Orlando si farà sentire per tutto il campionato: è un grande calciatore e anche in età utile per farci stare tranquilli”.

Esposito, Siclari e Coralli, come noto, non rientrano più nel progetto societario (al pari del difensore Giordano e del centrocampista Ott Vale) e, senza nuovi innesti, Zeman è costretto a fare di necessità virtù, rinunciando anche a Sampietro, assente per un problema alla coscia. Il tecnico, fiducioso per la prestazione della squadra, lancia però messaggi sibillini: “Non so che clima ci sia nello spogliatoio - prosegue il mister - perché fatico a entrarci, ma in campo è ottimo. Mi rendo conto, però, che fuori non tutti remino nella stessa direzione, ma a me importa solo del rettangolo verde. Mercato? È ovvio che siamo incompleti e dobbiamo correre ai ripari quanto prima, ma solo con elementi che servano alla nostra causa, per cui non vorrei che ci si muovesse giusto per farlo”.

Contro un Savoia imbattuto da nove gare e ostacolo duro soprattutto in casa, in mezzo al campo con Cristiani e Buono dovrebbe giocare uno tra Lavrendi e Bossa. Tutto confermato dietro, con Fragapane che ha recuperato dopo l’influenza accusata in settimana: “Sarà una partita difficile - conclude il mister - contro un avversario che non subisce gol da sei partite, nelle ultime quattro ha sempre vinto ed è l’unica squadra ad aver fatto più punti di noi in questo mese. Spero solo che a differenza di due settimane fa a Palermo, qualunque sia il risultato, ce la giocheremo ad armi pari”.

La probabile formazione:
Avella; De Meio, Bruno, Ungaro, Fragapane; Buono, Lavrendi, Cristiani; Saverino, Manfrè, Crucitti.

L’elenco dei convocati:
Portieri: Avella (2000), Pozzi (2000)
Difensori: Barbera (2001), Bruno, De Meio (2000), Fragapane, Strumbo (2000), Ungaro
Centrocampisti: Bonasera (2001), Bossa, Buono (’99), Capilli (2002), Cristiani, Lavrendi, Saverino (2001)
Attaccanti: Cafarella (2001), Crucitti, Mancuso (2001), Manfrè (’99)