Minimo sforzo, massimo risultato. Il Messina supera 2-0 la Cittanovese

Apre Rossetti al quarto d'ora sfruttando una clamorosa papera di Latella, chiude il conto Manfrè al 90'. Pensabene, come Rando e Zeman, esordisce con una vittoria
16.02.2020 14:34 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Minimo sforzo, massimo risultato. Il Messina supera 2-0 la Cittanovese

Il primo Messina di Andrea Pensabene riparte dal consolidato 4-3-3, ma con qualche novità negli undici titolari. Contro la Cittanovese, infatti, torna negli undici Francesco Barbera (2001) che rileva Saverino e completa la difesa, davanti ad Avella (2000), con De Meio (2000), Bruno ed Emiliano. In mezzo al campo ci sono il recuperato Danza in cabina di regia e le mezzali Lavrendi e Buono (’99). Davanti agiscono gli over Crucitti, Rossetti e Arcidiacono.

La cronaca
Primo tempo
: Due occasioni per il Messina nei primi sei minuti di una gara che non è iniziata su ritmi vertiginosi. Al 5' iniziativa di Crucitti che taglia verso il centro, ma la difesa della Cittanovese chiude in calcio d'angolo. Sul seguente tiro dalla bandierina, cross di Crucitti e la palla sbuca dalle parti di Rossetti che si divora il vantaggio calciando addosso a Latella. Palla ancora in corner, De Meio stacca sul primo palo e non inquadra la porta. Poi dieci minuti al piccolo trotto e Messina che passa inaspettatamente in vantaggio al 13' proprio con Rossetti che calcia sul primo palo da posizione defilata e sfrutta la clamorosa papera del portiere ospite per realizzare il secondo gol del suo campionato. I gruppi organizzati, intanto, hanno disertato la partita e in curva capeggiano due striscioni di protesta: nel primo "3 anni di vergogne, stadio deserto, una intera città contro questa proprietà"; nel secondo "Progetti e programmazione. In 4 anni in B: 8 allenatori, 7 ds e 150 giocatori". Parte centrale della Sud, poi, interdetta al pubblico. Al 32' protesta il Messina per un rigore non concesso ai danni di Emiliano (il tocco di Amato sul difensore sembra essere netto) e un minuto dopo si fa vedere la Cittanovese con un tiro da fuori di Tripicchio che si perde alto. Al 42', nella noia generale di un primo tempo tutt'altro che indimenticabile, Crucitti stacca su un cross di Lavrendi, ma manda sull'esterno della rete. La frazione si chiude dopo un minuto di recupero: Messina in vantaggio con Rossetti e l'evidente complicità del portiere.

Secondo tempo: Si riparte con un cambio nella Cittanovese: Djwomoadusa prende il posto di Costa. Al 50' incursione di Crucitti a sinistra, diagonale apparentemente innocuo, ma su cui Latella rischia l'ennesima frittata dopo una presa difettosa. Poi Paviglianiti spazza in corner. Tre minuti dopo episodio in area del Messina: Latella si incunea a destra su una palla in verticale, scarta Avella rientrando verso il centro dell'area, ma si lascia cadere e la signora Bianchini lo ammonisce per simulazione. Allo scoccare dell'ora di gioco Rossetti scappa a sinistra, si accentra e serve Crucitti che perde l'attimo per la conclusione a rete ed è chiuso dalla difesa ospite. Tiro smorzato che termina tra le mani di Latella. Al 67' Pensabene manda in campo Manfrè, fuori Buono con Crucitti che retrocede in posizione di mezzala. Non cambia il copione della partita che resta soporifera. Al 78' la Cittanovese va vicina al pareggia con un imperioso colpo di testa di Neri, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, che sibila di poco a lato. Un minuto dopo fuori Barbera per crampi, dentro Saverino, mentre all'82' c'è spazio per Cristiani al posto di Danza. All'87' punizione senza pretese di Tripicchio che Avella blocca a terra. Pochi istanti prima Ungaro aveva preso il posto di Rossetti, per un Messina molto più coperto in questo finale. E proprio al 90' i biancoscudati sfruttano finalmente una ripartenza: Arcidiacono innesca Manfrè che controlla bene e, un passo dentro l'area, batte Latella con il piattone. Primo gol dell'ex Acireale con la maglia del Messina. La gara finisce dopo un maxi recupero di oltre sette minuti, nei quali si registra anche l'ingresso in campo di Fragapane per Lavrendi. Il Messina torna alla vittoria dopo due sconfitte consecutive e anche Pensabene, come Rando e Zeman, esordisce con un successo.

Messina-Cittanovese 2-0
Marcatori
: 13' pt Rossetti, 45' st Manfrè

Messina: Avella, De Meio, Barbera (34' st Saverino), Danza (37' st Cristiani), Emiliano, F. Bruno, Arcidiacono, Lavrendi (50' st Fragapane), Rossetti (41' st Ungaro), Crucitti, Buono (22' st Manfrè). A disposizione: Pozzi, Vuolo, Puglisi, Bossa. Allenatore: Andrea Pensabene.

Cittanovese: Latella, Lavilla, Costa (1' st Djwomoadusa), Sessa (31' st Cataldi), Cordova, Cianci (12' st Mazzone), Giaimo, Amato (12' st Neri), Kacorri (22' st Biondo), Tripicchio, Paviglianiti. A disposizione: Pellegrino, A. Bruno, Spanò, Gioia. Allenatore: Francesco Ferraro.

Arbitro: Iliari Bianchini di Terni
Assistenti: Emanuele Damiani e Bruno Galigani di Sondrio

Ammoniti: Buono (M), Danza (M), Latella (C), Neri (C), De Meio (M), Pellegrino (C, in panchina)

Corner: 8-3
Recupero: 1' e 8'