Roccella e Messina non pungono. Lo 0-0 non cambia la classifica

Poche emozioni da raccontare e i biancoscudati mantengono 4 punti di vantaggio sulla Sancataldese. Nel finale miracolo di Scuffia su Selvaggio, ma produzione offensiva insufficiente
18.04.2019 15:04 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Roccella e Messina non pungono. Lo 0-0 non cambia la classifica

Doppia pesante assenza nel Messina che scende in campo a Roccella in una gara decisiva nella corsa salvezza. Infantino non può disporre di Arcidiacono e Cocimano, frecce fondamentali nel 4-2-3-1, e rinforza il centrocampo passando al 4-3-3 con Catalano, Marzullo e Tedesco (’98) a comporre il trio d’attacco. Tra i pali torna Lourencon, mentre in difesa con l’over Ferrante, ci sono Biondi (’99), Ba (’99) e Barbera (2001). In mezzo al campo Traditi e Selvaggio operano ai lati del metronomo Pirrone.

La cronaca
Primo tempo
: Messina in attacco in avvio di partita e al 2' un pericoloso cross di Catalano non trova la deviazione vincente dei compagni. Il Roccella si fa vedere con una punizione innocua di Pizzutelli, ma è il Messina che prova a fare la partita, pur senza impensierire il portiere Scuffia. Calabresi pericolosi al 15' con Mbaye che punta Barbera e calcia sul primo palo, ma trova la pronta parata di Lourencon che si ripete poco dopo su Diop. Non trova sbocchi la manovra dei biancoscudati che soffrono i ritmi alti imposti dal Roccella che ci prova con orgoglio al di là delle pesanti assenze di Asselti, Osei e Faella. Ancora Pizzutelli al 24' con una punizione che passa in mezzo alla barriera, ma non crea problemi a Lourencon. Faticano davanti Tedesco e Marzullo a tenere palla e far salire la squadra. Pizzutelli è l'uomo più ispirato in campo e al 30' conclude una bella azione personale con un tiro a giro che Lourencon controlla. Quattro minuti si fa vedere il Messina con Tedesco che ha due opportunità, ma prima è chiuso sul tocco di Marzullo e poi colpisce debolmente di testa su cross di Catalano. Al 39' grande chance per il Messina con una punizione di Catalano che esalta le qualità di Scuffia, bravo a volare e deviare la sfera in corner, Sarà l'ultima emozione di un primo tempo che si chiude sullo 0-0 senza grosse emozioni.

Secondo tempo: Si riparte senza sostituzioni. Nulla da segnalare nel primo quarto d'ora, il Roccella sciupa un buon contropiede, mentre il Messina si fa vivo soprattutto sulle solite palle inattive calciate da Catalano. Cambio forzato per Infantino al 64': infortunio muscolare per Pirrone, sostituito da Carini e Messina che rinforza il proprio gioco d'attacco con il giovane esterno che ha avuto poco spazio in questa stagione. Bisogna attendere l'81' per annotare una nuova azione da rete: spunto di Carini, crosso per Marzullo che si libera bene della marcatura, ma non imprime forza e precisione al colpo di testa e l'azione sfuma. Sembra averne di più il Messina nel finale e all'87' una potente conclusione di Selvaggio dal limite è alzata in corner dall'ottimo intervento di Scuffia. Il centrocampista romano si fa male nell'occasione ed è costretto a lasciare il campo ad Amadio. Messina in campo con 6 under. Vengono concessi quattro minuti di recupero. Problemi fisici anche per Tedesco, dentro Aldrovandi al 93'. Non accade altro: uno 0-0 che tiene il Messina con quattro punti di vantaggio sulla zona playout occupata dalla Sancataldese, fermata sul 2-2 in casa del Rotonda.

Roccella-Messina 0-0

Roccella: Scuffia, Cordova, Filippone, Zukic, Pizzutelli, Diop, Ngom, Busatta (7' st Messina), Braglia, Riitano (30' st Aiello), Mbaye. A disposizione: Perfetti, De Luca, Scrivo, Majore, Akonedo. Allenatore: Nicola Loccisano.

Messina: Lourencon, Biondi, Barbera, Pirrone (19' st Carini), Ba, Ferrante, Selvaggio (43' st Amadio), Traditi, Marzullo, Tedesco (48' st Aldrovandi), Catalano. A disposizione: Meo, Sambinha, Bossa, Janse, Mancuso, Dascoli. Allenatore: Pietro Infantino.

Arbitro: Bogdan Nicolae Sfira di Pordenone
Assistenti: Mirko Orsogna e Marco Matteo Barberis di Collegno

Ammoniti: Busatta (R), Pirrone (M), Ferrante (M), Tedesco (M), Zukic (R), Messina (R)