Senza orgoglio né dignità: anche il Marsala passa sul Messina

I lilibetani festeggiano una vittoria meritata contro i biancoscudati, nulli in campo, che subiscono l'ennesima sconfitta in un 2020 da brividi
09.02.2020 14:29 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Senza orgoglio né dignità: anche il Marsala passa sul Messina

Non ha alternative alla vittoria il Messina che, sul campo di un Marsala in crisi, deve provare a superare la pesante assenza di Crucitti (senza di lui nessun gol biancoscudato dal 15 dicembre) e, soprattutto, mettersi alle spalle un inizio di 2020 nerissimo che ha visto fruttare la miseria di una vittoria contro il San Tommaso, un pari a Castrovillari e tre sconfitte. Di contro i lilibetani imbottiti di under, che come detto attraversano un periodo estremamente negativo che li ha portati al terzultimo posto in coabitazione con il Roccella a quota 19 punti.

Cambia formazione Zeman, che lascia fuori Sampietro e Buono: davanti ad Avella, confermata la linea a quattro con De Meio, Bruno, Emiliano e Fragapane. Centrocampo con Lavrendi regista affiancato dal rientrante Saverino e Alessio Cristiani, mentre davanti Rossetti ritrova la maglia da titolare con Manfrè e Arcidiacono ai lati.

La cronaca
Primo tempo: Inizio di buona personalità per il Messina, al 4' arriva il primo giallo per Emiliano, protagonista di proteste piuttosto veementi all'indirizzo del direttore di gara per una mancata ammonizione nei confronti di un avversario. I padroni di casa si fanno pericolosi con Candiano, punizione per Scoppetta, colpo di testa che scavalca Avella ma che viene salvato in extremis. Lo stesso Candiano all'8' calcia sul fondo dopo un'azione personale di Maiorano. Il Messina risponde al 12' con Arcidiacono che ci prova ma anche in questo caso manca di precisione; ben più pericoloso al 13' il Marsala con Maiorano che sfugge alla presa difensiva e si vede bloccare la conclusione da Avella in due tempi. Gara viva e tocca ancora ad Arcidiacono, al 14', provare la botta a giro che viene salvata da Russo. Ancora i lilibetani ci provano con Maiorano, che sembra il più in palla dei suoi e mette in difficoltà gli esterni difensivi peloritani. Al 20' Saverino colpisce dai trenta metri, sfera a lato. Russo fa ripartire la manovra ma Scoppetta sbaglia il disimpegno, Arcidiacono recupera e trova sulla sua strada l'ottima respinta dell'estremo locale. Sul ribaltamento di fronte Candiano guadagna una punizione dal limite dell'area, che batte lui stesso trovando la barriera; sfera deviata che capita sui piedi di Maiorano che, solo nel cuore dell'area, punisce Avella e porta il Marsala in vantaggio. Prova subito a reagire la squadra di Zeman con il solito Arcidiacono, punizione dai trenta metri centrale, bloccata senza problemi. Al 27' Rossetti si libera bene sulla sinistra e cerca in mezzo Arcidiacono, anticipato di un soffio all'altezza del dischetto. Alla mezz'ora ci prova Manfrè sugli sviluppi di un corner, sfera che termina ancora in angolo; dalla bandierina servito Rossetti che sotto misura calcia alto. Ci prova ancora il Marsala con una punizione di Candiano dal vertice dell'area che sfiora l'incrocio. Al 37' Manfrè calcia in area una punizione spizzata dalla difesa ospite in corner, brivido per i padroni di casa perché la sfera sfiora il palo. L'angolo, battuto malissimo, lancia il contropiede locale con Maiorano che conclude altissimo dal dischetto dopo una ripartenza velocissima e davvero pericolosa per la compagine biancoscudata, in costante sofferenza sulla rapidità del Marsala. Sempre e solo Arcidiacono nel Messina: al 41' riceve palla sulla sinistra, si accentra e calcia sul secondo palo, palla fuori misura. Concesso un minuto di recupero. Allo scadere della frazione ci prova Cristiani, Russo blocca in due tempi. Si va al riposo sull'1-0 per il Marsala, Messina con i soliti, noti problemi.

Secondo tempo: Al 3' Rossetti perde palla e i locali partono in contropiede, con il solito Maiorano che viene chiuso da Avella. La risposta di Arcidiacono e compagni è in una conclusione potente da lontanissimo di Emiliano, che Russo devia in corner. Non trova spazi il Messina, che è imbrigliato dai lilibetani, bravi a chiudere gli spazi. Le occasioni arrivano da palla ferma: poco dopo il quarto d'ora corner teso in mezzo, Emiliano viene anticipato e sfera ancora in angolo; sul secondo tiro contatto dubbio in area ma l'arbitro non interviene. Zeman cambia qualcosa inserendo Danza per Cristiani, ma il Marsala continua a fare gioco trovando sempre strada sulla fascia mancina, dove Maiorano mette costantemente in difficoltà De Meio: al 20' ancora l'autore del gol si accentra e tira, sfera bloccata a terra da Avella. Al 25' ci prova anche Castrovilli con il mancino, sfera a lato di poco. Al 29', su punizione dal limite del lato corto dell'area, Candiano sfiora la traversa. Il Messina non c'è se non per qualche mischia da corner, veramente troppo poco. Ci prova Arcidiacono alla mezz'ora da dentro l'area, con una girata mancina alta. Federico con una serpentina due minuti dopo mette i brividi a una difesa in cui si inserisce senza problemi, sfera poi ribattuta. Doppio cambio per Zeman che inserisce Buono e Bonasera per De Meio e Manfrè, Saverino si sposta a destra in difesa. Al 35' Arcidiacono si libera bene e appoggia su Fragapane che da sinistra mette in mezzo, di testa Rossetti non trova lo specchio. Timido tentativo di alzare il baricentro per un Messina che tenta la fortuna da piazzato ma Danza, al 38', calcia male dal limite dell'area. Durante il primo dei cinque minuti di recupero contropiede per il Marsala, palla sanguinosa persa dal Messina e parte Federico che serve in profondità Ferchichi, a tu per tu con Avella sfera a lato e gara che resta in bilico. Al 49' Danza riceve una spallata e resta a terra. Qualche momento di tensione per il centrocampista che ha bisogno dell'intervento dei sanitari e viene rilevato da Sampietro. Non succede altro. Il Messina, è ancora non pervenuto, il Marsala approfitta del momento negativo dei peloritani e, con il minimo sindacale, porta a casa un successo meritato. Inconsistente la squadra di Zeman che, senza Crucitti, è praticamente nulla in zona offensiva.

Marsala-Messina 1-0
Marcatori
: 22' pt Maiorano

Marsala: Russo, Lo Cascio, Scoppetta, Rizzo, Monteleone, Ferchichi, Candiano, La Vardera, Castrovilli (40' st Gallo), Mascari (21' st Federico), Maiorano. A disposizione Giordano, Lo Iacono, Lorefice, Giambanco, Di Chiara, Celesia, Inzoudine. Allenatore Nicola Terranova
Messina: Avella, De Meio (32' st Bonasera), Bruno, Emiliano, Fragapane (41' st Famà); Saverino, Lavrendi, Cristiani (17' st Danza, 51' st Sampietro); Manfrè (32' st Buono), Rossetti, Arcidiacono. A disposizione Pozzi, Cinquegrana, Vuolo, Barbera. Allenatore Karel Zeman

Arbitro: Valerio Pezzopane de L’Aquila
Assistenti: Fabio Pomini di Verona e Giovanni Boato di Padova

Ammoniti: Emiliano (Me), Scoppetta (Ma), Candiano (Ma), Bruno (Me), Federico (Ma)