Sterile e inconcludente. Il Messina fa il solletico al Rotonda: lo 0-0 è ovvio

Logico risultato al San Filippo: i lucani si difendono, ma i biancoscudati sono inesistenti in attacco. Urge l'ennesima inversione tecnica, Biagioni (fischiato) non incide. Si salva solo Sambinha
23.12.2018 14:31 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Sterile e inconcludente. Il Messina fa il solletico al Rotonda: lo 0-0 è ovvio

Ultima dell’anno per il Messina che, dopo il vittorioso recupero con il Castrovillari, ospita al San Filippo fanalino di coda Rotonda. Biagioni opera due variazioni nel confermato 3-5-2 proposto per la prima volta mercoledì: l’assenza di Barbera, costringe il mister a riproporre tra i pali Meo (2000) al posto del fin qui positivo Lourencon, mentre in mezzo al campo fa il suo esordio dal primo minuto Selvaggio. Trio di difesa composto da Sambinha, Zappalà e Ferrante, in mezzo al campo agiscono anche Genevier e Amadio (’99), con Biondi (’99) che scala sulla fascia destra e Janse sul versante opposto. Davanti il duo Arcidiacono-Tedesco (’98). Panchina per l’altro millennials Lundqvist e, tra gli altri, Cocimano, Catalano e Bossa.

La cronaca
Primo tempo
: Subito pericoloso il Messina che, dopo meno di un minuto, si fa vedere con un colpo di testa non irresistibile di Tedesco su cross di Genevier che il portiere Oliva devia in corner. Poco da segnalare sul piano delle emozioni nei primi venti minuti di gara: velleitari i tentativi di Talia da un lato dal limite e di Genevier dall'altro dalla distanza. Entrambe le conclusioni si perdono sul fondo senza creare grattacapi ai portieri. Al 20', insidioso cross da sinistra di Santamaria che Meo alza in corner. Non trova sviluppo la sterile manovra del Messina affidata più all'improvvisazione che a effettivi schemi di gioco. Brilla ancora Amadio, autore di una prova fin qui più che positiva. Al 31' ghiotta opportunità per il Rotonda che, dopo l'iniziaitva di Talia, va al tiro da dentro l'area con Flores, ma la punta lucana è imprecisa. Non accade più nulla nel successivo quarto d'ora e il primo tempo si chiude con un logico 0-0 dopo un minuto di recupero. Impalpabile il Messina in attacco con Tedesco che palesa limiti sempre più evidenti e una manovra che vive una costante involuzione.

Secondo tempo: Si riparte senza sostituzioni, ma dopo appena due minuti Biagioni manda in campo Catalano per Selvaggio e schiera l'ex Roccella a tutta fascia, spostando Janse a destra e Biondi mezzala. Pochi secondi dopo, spizzata di Tedesco per Arcidiacono che tenta il pallonetto, ma è contrastato con successo da un difensore lucano che lo chiude in corner. Non accade nulla al San Filippo, Messina inconsistente in attacco e Biagioni resta inerme di fronte a una squadra che non sviluppa una sola azione di gioco. Nell'improvvisazione generale, al 71' Catalano addomestica un pallone in area e calcia di potenza, ma sulla sua strada trova la respinta di testa di Nicolao. Quattro minuti dopo, sortita offensiva del Rotonda che, sugli svilupi di un corner, recrimina per un colpo di testa di Pastore che termina di poco a lato. All'80', con Nicolao a terra dopo uno scontro con Genevier, il Messina imbastisce una buona azione d'attacco, chiusa da un cross di Catalano per l'inserimento di Biondi che in spaccata chiama Oliva alla deviazione in tuffo in corner. Sugli sviluppi del secondo tiro dalla bandierina consecutivo, stacca Ferrante, ma non trova la porta. Biagioni si gioca la carta Cocimano solo all'85' (fuori Janse) e, poco dopo, Sambinha non trova l'impatto pieno con il pallone su azione d'angolo. Vengono concessi cinque minuti di recupero, durante i quali non accadrà nulla, fatta eccezione per un forcing fatto solo di nervi del Messina. Il Rotonda difende dignitosamente lo 0-0 e, alla fine della gara, l'uscita dal campo di Biagioni è accompagnata da sonori fischi.

Messina-Rotonda 0-0

Messina: Meo, Janse (40' st Cocimano), Biondi, Ferrante, Zappalà, Sambinha, Arcidiacono, Selvaggio (2' st Catalano), Tedesco, Genevier, Amadio. A disposizione: Lourencon, Bossa, Carini, Ba, Traditi, Lundqvist, Aldrovandi. Allenatore: Oberdan Biagioni.

Rotonda: Oliva, Marigliano, Nicolao, Chiavazzo, Silletti, Pastore, Zappacosta (42' pt Valori, 14' st Taccogna), Ostuni, Flores, Talia (24' st Granata), Santamaria (28' st Cocuzza). A disposizione: Gonzalez Gamaza, Capristo, Tucci, Gallardo, Orlando. Allenatore: Giovanni Battiato

Arbitro: Mattia Ubaldi di Roma1
Assistenti: Vincenzo Pedone di Reggio Calabria e Michele Rispoli di Locri

Ammoniti: Zappalà (M), Sambinha (M), Taccogna (R), Flores (R), Granata (R), Arcidiacono (M)

Corner: 10-4