Un Messina senz'anima dura appena 24". Il Roccella cala il tris

Rossetti, a inizio ripresa, pareggia il vantaggio di Faiello, ma i biancoscudati crollano e i calabresi si impongono con i gol di Malerba (direttamente da corner) e Khoris
23.02.2020 14:09 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Un Messina senz'anima dura appena 24". Il Roccella cala il tris

Una sola variazione rispetto a una settimana fa nel Messina che scende in campo al Muscolo per sfidare il Roccella penultimo. Andrea Pensabene, infatti, schiera dal primo minuto Saverino (2001) per Buono e l’ex Sant’Agata completa il terzetto di centrocampo con il play Danza e la mezzala Lavrendi. In difesa, davanti ad Avella (2000), spazio per De Meio (2000), Bruno, Emiliano e Barbera (2001). Tridente d’attacco tutto over con Crucitti, Rossetti e Arcidiacono.

La cronaca
Primo tempo
: Squadre in campo, Messina in completo bianco, Roccella con la consueta divisa amaranto. Pomeriggio di sole sul Muscolo, poco meno di un centinaio di tifosi del Messina nel settore ospiti e contestazione che continua con l'esposizione dello striscione "Sciotto vattene". Al 3' Kamara trova l'imbucata centrale per Achik che batte Avella con un delizioso pallonetto, ma in posizione di fuorigioco. Primo brivido della gara. Megiio i calabresi col passare dei minuti e all'11' Faiello sfonda a destra, Barbera non oppone resistenza e il cross arriva perfetto sulla testa di Suraci che però manda clamorosamente a lato. Risposta messinese due minuti dopo con una buona ripartenza orchestrata da Crucitti, che adesso agisce da trequartista nel 3-4-1-2, il cui lancio favorisce Rossetti, tocco per Arcidiacono e botta che trova la pronta respinta di Scuffia. Poi Saverino non riesce a coordinarsi e l'azione sfuma. Con il nuovo assetto tattico il Messina subisce meno le iniziative del Roccella e al 20' Saverino si crea lo spazio a destra, traversone sul primo palo girato sul fondo da Rossetti. La gara si sblocca al 24': Malerba sfonda a sinistra e crossa in mezzo, Avella si scontra con Bruno ed esce a vuoto, la palla che arriva dalle parti di Faiello, la cui botta a porta vuota tocca la parte bassa della traversa e si insacca. Reazione del Messina affidata a un tiro centrale di Crucitti e a una giocata personale di Rossetti chiusa da un tiraccio alle stelle. Tanta confusione nel Messina che non riesce a imbastire manovre pericolose e non crea problemi all'attenta difesa di casa. Al 37' è innocuo il sinistro da fuori di Barbera, mentre sul versante opposto Perkovic sbaglia il controllo al limite e spreca una potenziale buona occasione. Ammoniti in casa Messina De Meio e Bruno, entrambi diffidati e assenti nel prossimo match con il Licata. Viene concesso un minuto di recupero e allo scoccare del 46' un buon contropiede di Faiello è chiuso da De Meio. Inconsistente prova del Messina in un primo tempo chiuso meritatamente in vantaggio dal Roccella.

Secondo tempo: Messina che entra in campo con un grande piglio e dopo 24" firma il pareggio grazie a Rossetti che controlla in area un tiro sporco di Barbera, si gira con una bella giocata personale e batte Scuffia con un diagonale mancino. Secondo gol consecutivo per l'ex Catania, il terzo in stagione. Al 48' l'arbitro non sanziona un fallo su Danza e Perkovic parte in fuga solitaria, calcia con potenza dal limite, ma Avella c'è. Poi Emiliano, nel tentativo di rinviare di testa, serve Achik, la cui conclusione al volo e chiusa in corner dallo stesso ex Gozzano. Il Roccella guadagna una serie di calci d'angolo, Avella fa un miracolo sulla spizzata di Perkovic e, sul corner seguente, Malerba trova una beffarda traiettoria mancina che scavalca il portiere ospite e si insacca baciando il palo. 2-1 al 53' e tutto da rifare in casa Messina. Poco dopo l'ora di gioco Malerba prova a ripetere la giocata, ma il suo corner stavolta è smanacciato da Avella. Al 62' dentro Manfrè per Barbera e ritorno al 4-3-3 con Crucitti mezzala e Saverino terzino sinistro. Il cambio non muta il corso della partita, il Messina non riesce a pungere e, anzi, è il Roccella a sfiorare il tris con Perkovic, che non arriva all'appuntamento con la sfera sul cross di Leveque e con Malerba che sciupa una ripartenza calciando alto dal limite. Al 69' finisce la partita di Danza, dentro Bossa. Al 73' Arcidiacono reclama un rigore, ma l'arbitro sorvola. Poi, dopo, una conclusione larga di Leveque, Pensabene manda in campo Puglisi, all'esordio stagionale, per De Meio. Saverino si sposta a destra e cambia il quarto ruolo della sua partita. Il copione non cambia e all'82', sul solito insidioso corner di Malerba, Khoris stacca indisturbato sul primo palo e confeziona il tris di casa. Monta fortissima la contestazione dei tifosi che non risparmiano neanche i calciatori. Al 91' l'inspiegabile ingresso in campo di Cristiani per Lavrendi. La gara si chiude dopo tre minuti di recupero: Messina vivo solo per i primi 24" della ripresa e crollato sotto i colpi del Roccella che conquista la terza vittoria interna del proprio campionato e torna al successo dopo 5 settimane in cui aveva conquistato un solo punto.

Roccella-Messina 3-1
Marcatori
: 24' pt Faiello, 1' st Rossetti (M), 8' st Malerba, 37' Khoris

Roccella: Scuffia, Sangare, Malerba, Suraci, Liviera, Coluccio, Kamara, Faiello, Perkovic (24' st Khoris), Leveque (47' st Riitano), Achik (40' st Pascuzzi). A disposizione: Margherito, Spagnulo, Olivello, Amato, Bazzarelli, Pietanesi. Allenatore: Francesco Galati.

Messina: Avella, De Meio (29' st Puglisi), Barbera (17' st Manfrè), Danza (24' st Bossa), Emiliano, Bruno, Arcidiacono, Lavrendi (46' st Cristiani), Rossetti, Crucitti, Saverino. A disposizione: Pozzi, Fragapane, Ungaro, Buono, Vuolo. Allenatore: Andrea Pensabene.

Arbitro: Gianluca Grasso di Ariano Irpino
Assistenti: Stefano Martinelli di Potenza e Francesco Rinaldi di Policoro

Ammoniti. De Meio (M), Bruno (M)

Corner: 7-2
Recupero: 1' e 3'