Calcio a 5, Serie C1: La Peloritana cade in casa. Passa l'Acireale

Al Palanebiolo gli ospiti si impongono con il risultato di 5-3. Sugli scudi Pagano, autore di un pokerissimo. IN BASSO LA SINTESI VIDEO A CURA DI SPORTME
 di Giovanni Sofia  articolo letto 57 volte
Calcio a 5, Serie C1: La Peloritana cade in casa. Passa l'Acireale

Cade in casa, per mano della Garitta Acireale, la Peloritana. Al "Palanebiolo" gli ospiti si impongono con il punteggio di 5-3 e condannano i giallorossi al secondo stop consecutivo. La battuta d’arresto, giunta al culmine di una gara vibrante e combattuta, è boccone amaro da digerire e fa ripiombare la compagine allenata da mister Martelli in piena zona play-out.

Nell’impianto sportivo dell’Annunziata, la partenza aggressiva dei padroni di casa non reca con sé i frutti sperati e la conclusione di Giordano, dopo appena 60 secondi si infrange sull’incrocio dei pali. Ci prova anche Di Nuzzo ma il suo tentativo è neutralizzato dal portiere avversario. Dall’altra parte, invece, miglior sorte incontra Pagano, bravo, con un preciso diagonale, a portare in vantaggio i suoi allo scadere della prima frazione. Rientrata sul parquet, la Peloritana, dimostra di non volersi arrendere al risultato e con Giordano centra l’immediato pari. L’equilibrio è, tuttavia, breve illusione e a romperlo ci pensa ancora una volta Pagano. Il 2-2, trovato al 9’ da D’Urso, coincide con il momento migliore dei padroni di casa e potrebbe costituire il preludio al sorpasso. Non è così, in quanto prima Giordano, poi, lo stesso numero 8, falliscono per un soffio l’appuntamento con la marcatura. La formazione catanese, passata la paura, si ricompone e grazie ad un Pagano in giornata di grazia, non solo mette nuovamente il muso avanti, ma si porta anche a distanza di sicurezza. Il tempo residuo è minimo e, per evitare di incappare nella debacle, la Peloritana si affida, allora, al quinto di movimento: Martelli riapre la sfida, il pokerissimo del solito numero 17 la chiude definitivamente.

Al triplice fischio, rimangono i rimpianti, per le tante occasioni fallite ed una classifica che adesso non sorride. All’orizzonte c’è il Mascalucia e su un campo ostico bisognerà invertire il trend.

Sport Club Peloritana – La Garitta Acireale 3-5