Calcio a 5, serie C1: Peloritana, contro la Mabbonath un punto e qualche rimpianto

Di fronte ad una buona formazione i ragazzi di Martelli non pagano alcun timore reverenziale e ad alla fine raccolgono un pari giusto, condito però da qualche rimpianto. IN BASSO IL VIDEO DELLA GARA
 di Giovanni Sofia  articolo letto 92 volte
Calcio a 5, serie C1: Peloritana, contro la Mabbonath un punto e qualche rimpianto

Un pari giusto, arrivato al termine di una sfida agguerrita. Contro la Mabbonath, la Peloritana ottiene un punto importante, utile alla classifica e buono per il morale. Certo, trovatisi due volte avanti, un po' di rammarico è normale permanga, ma analizzando a mente fredda la gara, si può dire vada bene così. Il 3-3 del “Palanebiolo” riflette quanto visto in campo e, conferisce alla squadra allenata da mister Martelli, quella agognata continuità di cui, è alla costante ricerca chi fa sport, a qualsiasi livello ed in qualunque disciplina.

 Al cospetto di un avversario quotato, la Peloritana sfoggia una prestazione di spiccata personalità, confermando i progressi delle ultime settimane e, già al 10’, con D’urso rischia di passare: la sua conclusione di infrange sul palo ma è segnale chiaro della voglia di ben figurare dei padroni di casa. Il match tirato, non troppo spettacolare, si sblocca al primo minuto della ripresa. La discutibile espulsione del capitano Cipolla costringe, per due minuti, gli ospiti all’inferiorità numerica. L’occasione per la Peloritana è ghiotta ed a sfruttarla è lo stesso D’urso. Il vantaggio, tuttavia, è effimera illusione e scatena la reazione della compagine palermitana: prima Gallo coglie la traversa, un minuto più tardi, Napoli fa 1-1. Metabolizzato il colpo, i padroni di casa riordinano le idee e, con Giordano, mettono nuovamente la testa avanti quando il cronometro segna il 13’. La gara, com’è facile prevedere si accende e, per evitare di capitolare, su D’amico e Napoli, c’è bisogno del miglior Battiato. Gli attacchi si susseguono ma il fortino giallorosso, fino al 21’, è solido e regge l’urto. Poi la carrellata di emozioni: Lo Bianco su rigore e D’amico capovolgono il parziale, D’urso, con la doppietta personale, lo fissa definitivamente. Proprio quest’ultimo, allo scadere, avrebbe fra i piedi la palla dei tre punti, ma il suo tiro finisce alto di un soffio, portando con sé le residue speranze di vittoria.

Resta un pari ed il conforto di aver giocato una gara di livello, ottimo biglietto da visita, in vista della prossima, impegnativa trasferta di Ispica, come spiega, nel dopo gara, il numero uno Battiato: "Siamo in crescita, oggi abbiamo incontrato una squadra che nonostante diverse assenze importanti ha saputo giocare a calcio a 5 e a metterci in difficoltà con tanti giovani, questo per noi è il quarto risultato utile consecutivo, andiamo avanti".

Sport Club Peloritana - Mabbonath Futsal 3-3