Calcio a5, C1: Pgs Luce, contro il Meriven tre punti d'oro

Dopo una serie di risultati non troppo positivi la truppa di Fazio torna a sorridere nel derby
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 46 volte
Claudio Branca
Claudio Branca

La Pgs Luce torna alla vittoria, imponendosi per 2-1 nella gara casalinga contro il Meriven di mister Campo. Rientrano quasi tutti gli uomini a disposizione di coach Fazio, restano fermi ancora ai box solo Smedile e Pannuccio.
La Pgs inizia con il piede giusto, pressa alto gli avversari ed è padrona del campo. Al 3’ è già vantaggio. Bucca va vicino al gol e sulla respinta di Giacopello, Branca porta segna, rivelandosi abile nel tap in vincente. I locali continuano ad attaccare e si rendono pericolosi con Abate e Costa, che vanno vicini al raddoppio, mentre gli ospiti si trovano in difficoltà ad imbastire azioni pericolose. Al 16’ episodio chiave: presunto contatto tra Granata e Giuffrida, per la coppia arbitrale è rigore ma oltre il danno la beffa, espulso Costa per proteste tra lo stupore generale. Sul dischetto si presenta Bruno, ma Fiumara sfiora la palla quanto basta e il pallone si stampa sul palo. Nei due minuti di superiorità che susseguono, gli uomini di Fazio si difendono con ordine e non rischiano più di tanto. Scampato il pericolo, la Pgs Luce vuole allungare il vantaggio e continua ad attaccare con Zingale e Bucca ma è Irrera, allo scadere della prima frazione di gioco, su assist di Branca, a firmare con un bellissimo tiro dalla distanza la rete del 2-0. 
Nel secondo tempo, il Meriven entra in campo con un piglio diverso e cerca di riaprire la gara, ma fatica a far breccia nella ben organizzata difesa avversaria. Quando riesce a trovare varchi trova la pronta risposta di Fiumara, ottima la sua prova. Nulla può, invece, al 38’, quando Bruno accorcia le distanze con un bolide di destro che si insacca nel sette. La Pgs accusa un pizzico di stanchezza e si abbassa nella propria metà campo. Gli ospiti invece ci provano in tutti i modi, Gitto e Giuffrida i più pericolosi, ma la posta in palio è troppo importante e i rapidi contropiede della Pgs tengono sempre sotto pressione la difesa avversaria. I tentativi sono comunque neutralizzati dagli ottimi interventi di Scolaro, subentrato a Giacopello. La gara termina così sul risultato di 2 a 1.