Giro d'Italia, Nibali limita i danni dopo la prima settimana. Conti in Rosa

Come da pronostico Roglic domina le cronometro, ma lo Squalo regge l'urto e accusa un ritardo recuperabile. In arrivo le montagne, pronte a sconvolgere la classifica generale
20.05.2019 19:33 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Vincenzo Nibali
Vincenzo Nibali

La cronometro di San Marino ha chiuso la prima settimana del Giro d’Italia, certificando il duello per la vittoria finale tra lo sloveno Primoz Roglic e Vincenzo Nibali e confermando l’ottimo Valerio Conti in Maglia Rosa.

Roglic ha vinto, come da pronostico, le due tappe contro il tempo, ma Nibali ha retto bene l’urto negli oltre 40 chilometri a cronometro e nonostante qualche sbavatura nella tappa di Frascati. Lo Squalo ha adesso 1’44” di ritardo rispetto allo sloveno, ma ha dimostrato sicurezza e consapevolezza nei propri mezzi, confermando la grande preparazione messa in atto con l’obiettivo di portare a casa il quinto grande giro della sua carriera.

A parte Mollema, che però non sembra in grado di poter lottare per la vittoria finale, i rivali più accreditati Yates, Miguel Angel Lopez e Landa accusano già ritardi importanti, mentre ha salutato la compagnia Tom Dumoulin, costretto al ritiro dopo la caduta proprio nella tappa di Frascati. La seconda settimana dirà tanto sulla 102esima edizione del Giro. Roglic resta favorito, ma gli arrivi di Ceresole Reale, Courmayer e Como delineeranno ancor meglio la classifica generale.

Intanto è giusto tributare grandi meriti allo splendido lavoro svolto fin qui da Valerio Conti che ha guadagnato la Maglia Rosa a San Giovanni Rotondo, nella frazione vinta dall’italiano Masnada, grazie anche alla tattica di Roglic, che ha lasciato il simbolo del primato al ciclista della UEA Team Emirates soprattutto per risparmiare la propria squadra.