Gelbison-Messina: giallorossi mai vittoriosi in Campania

Due soli precedenti al G. Morra di Vallo della Lucania: un pareggio ed una sconfitta per i peloritani
29.09.2017 15:41 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 221 volte
Gelbison-Messina: giallorossi mai vittoriosi in Campania

Il rigore dell’ex Bonanno, giunto tre minuti dopo il 90’, ha privato il nuovo Messina della prima vittoria ufficiale della propria storia. Nella partita casalinga con il Gela, però, si sono visti diversi progressi e, francamente, viene da pensare a dove sarebbero potuti essere i giallorossi senza le follie agostane. Un periodo nel quale, purtroppo, il presidente Sciotto si era illuso di avere competenze che, solitamente, si acquisiscono con anni di esperienza. Parafrasando uno dei motti del Prof. Scoglio, comunque, i se ed i ma non aggiungono punti alla classifica biancoscudata. Tanto vale, pertanto, andare avanti e sperare che il bottino pieno arrivi già dalla prossima sfida, nella quale il Messina affronterà la Gelbison.

La squadra di Vallo della Lucania, allenata dall’ex Messina Pasquale Logarzo, sembra assolutamente alla portata dei ragazzi di Venuto, alla luce delle tre sconfitte rimediate in quattro partite. Nonostante il diverso lignaggio tra le due città, esistono ben due precedenti ufficiali disputati al Giovanni Morra.

Il primo risale alle serie D 2011/12, anno in cui il massimo campionato dilettantistico era in realtà il quinto gradino della scala calcistica nazionale. In quella sfida, giocata il 9 ottobre del 2011, il Messina riuscì a pareggiare con Agate l’iniziale vantaggio della formazione campana, siglato da Orsolini. L’anno successivo, invece, i giallorossi uscirono addirittura sconfitti dall’impianto vallese, subendo le reti di Grimaudo e Senè senza riuscire ad impensierire i padroni di casa. Al termine di quella stagione, però, i biancoscudati vinsero il campionato, ritornando tra i professionisti dopo cinque anni di purgatorio.

I precedenti, purtroppo, non sono dalla parte dei peloritani, mai vittoriosi nelle sfide giocate a Vallo della Lucania. Per gli uomini di Venuto, però, il tempo dell’attesa è finito. I tre punti devono necessariamente ritornare in riva allo Stretto.