Messina-F.Andria: una vittoria per parte sulle rive dello Stretto

Settimanale incursione nei "precedenti" disputati dal Messina nel corso della sua storia ultracentenaria
 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 197 volte
© foto di S.S. Fidelis Andria
Messina-F.Andria: una vittoria per parte sulle rive dello Stretto

La tanto agognata inversione di tendenza, per la quale è stato chiamato Cristiano Lucarelli sulla panchina del Messina, è finalmente arrivata. Lo dicono le prestazioni e, soprattutto, lo confermano i risultati. I biancoscudati del nuovo corso “livornese”, infatti, non perdono da cinque gare ufficiali consecutive, nelle quali hanno raccolto tre vittorie (due in Coppa Italia) e due pareggi. Il punto conquistato contro la corazzata Matera, inoltre, ha dato ulteriore serenità ad un ambiente che stentava a ritrovarsi. Domenica prossima, nella seconda gara casalinga consecutiva, i calciatori biancoscudati cercheranno la svolta decisiva contro la Fidelis Andria, diretta concorrente per la salvezza.

Pochissimi i precedenti con la squadra pugliese, inserita nello stesso torneo del Messina in sole tre stagioni, compreso l’attuale campionato. Sulle rive dello Stretto, però, il borsino si presenta in perfetta parità: una vittoria per parte nelle due sfide sin qui disputate. Il primo precedente risale alla trionfale stagione di serie C-1 2000/01, culminata con l’ultima promozione in cadetteria della squadra giallorossa. Nel “primo” 8 ottobre del millennio, il Messina di Paolo Beruatto si liberò agevolmente della pratica, liquidando la Fidelis Andria con un netto 4-0. In quella sfida, giunta subito dopo un’umiliante poker subito a Catania, andarono a segno tutti gli attaccanti della squadra: fu una magia di Enrico Buonocore ad aprire le danze, seguita dalle marcature di Denis GodeasVittorio Torino e Ciccio Marra. Quella vittoria, però, non riuscì ad evitare l’esonero del giovanissimo allenatore, che verrà sostituito da Carlo Florimbi, capitano della cavalcata trionfale che si concluse con lo storico play-off vinto contro il Catania.

Nella passata stagione, però, il “tranquillo” Messina di Lello Di Napoli cadde davanti al proprio pubblico a causa di una delle più grigie prestazioni stagionali. Ai pugliesi bastò una rete di Piccinni, siglata al 3’ minuto, per aver ragione di un Messina rinunciatario, ancora scosso dalle manita subita dal Benevento.

Un’occasione da non perdere per il rinnovato Messina di Lucarelli, a caccia della seconda vittoria in campionato… assoluto viatico per la serenità definitiva.

FIDELIS ANDRIA - LA SCHEDA

ANNO DI FONDAZIONE: 1920 (Rifondata nel 1948, nel 2005 e nel 2013)
MIGLIOR RISULTATO: 9° posto in serie B (1993-94).
POSIZIONE ATTUALE IN CLASSIFICA: 10° con 14 punti
ULTIMA SERIE UTILE: 1 vittoria e 3 pareggi tra la IX e la XII giornata
CAPOCANNONIERE: Onescu (3 reti)