Messina-Melfi: lucani imbattuti allo stadio San Filippo

 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 450 volte
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Messina-Melfi: lucani imbattuti allo stadio San Filippo

Dopo la fiabesca ed insperata vittoria casalinga contro il Foggia, il Messina di Lello Di Napoli prepara la sfida interna contro il Melfi. Una vittoria contro i lucani, nella gara in programma sabato alle 14, potrebbe consentire ai giallorossi di blindare definitivamente la salvezza, prima del delicato derby contro il Catania. I biancoscudati, appena tornati alla vittoria dopo un trentennio contro i Satanelli, dovranno sfatare un altro tabù di recente formazione. Il match tra peloritani e lucani, appuntamento fisso delle ultime tre stagioni, non si è mai concluso con una vittoria casalinga dei peloritani. Solamente due, pertanto, gli scontri tra biancoscudati e basilischi sullo Stretto, nei quali il Messina ha raccolto la miseria di un pareggio ed una sconfitta.

L'inizio della "storia" risale al 16 novembre 2013, quando il Messina di Catalano, complice una dubbia direzione arbitrale del Sig. Marinelli da Tivoli, impattò in casa sul risultato di 2-2, trovandosi anche sotto di una rete alla metà del secondo tempo. L’uno-due di Ricciardo Cruz, infatti, ribaltò la rete iniziale di Guerriera e solo un acuto di Roberto Chiaria, a 13 minuti dal termine, riuscì a riequilibrare le sorti del match. I giallorossi terminarono la gara in nove uomini, per le espulsioni di Simonetti ed Ignoffo.

Catastrofico, invece, il precedente della scorsa stagione, quando un Messina in caduta libera si arrese all’impresa corsara del Melfi, capace di passare per 1-2 al San Filippo. Dopo la rete iniziale di Ciciretti, infatti, il Messina si fece abbattere dalla rete di Fella e dal calcio di rigore dell’ex Caturano. Anche in quel caso, curiosamente, i giallorossi terminarono la gara in nove uomini, in virtù delle espulsioni di Cane e Stefani.

Ancora una volta, pertanto, il Messina è chiamato ad infrangere un muro eretto dalla sua storia recente, che reca il numero 0 alla voce vittorie casalinghe contro il Melfi. I giallorossi, stavolta, sanno già come fare, in quanto sono riusciti a conquistare una bella vittoria corsara, in terra lucana, nella prima parte della stagione, grazie alle reti di Barraco e Cocuzza. Vincere per la tranquillità, per affrontare con risoluta serenità la delicata trasferta del Massimino di Catania.

MELFI – LA SCHEDA

ANNO DI FONDAZIONE: 1929

MIGLIOR RISULTATO: 9° posto in I divisione (2014/15).

POSIZIONE ATTUALE IN CLASSIFICA: 15° con 24 punti

ULTIMA SERIE UTILE: 2 vittorie e 2 pareggi tra la XV e la XVIII

CAPOCANNONIERE: Masini (7 reti)