Al Marullo il Camaro segna e resiste. Contro il Giarre decide Assenzio

Il gol in avvio basta alla truppa guidata da Ferrara che nonostante l'espulsione di Bonamonte trova la quinta vittoria consecutiva
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 1211 volte
Fonte: Ufficio stampa USD Camaro 1969
Al Marullo il Camaro segna e resiste. Contro il Giarre decide Assenzio

Prosegue spedita la corsa del Camaro sotto la gestione Ferrara: oggi pomeriggio al "Marullo" è arrivata la quinta vittoria consecutiva senza reti al passivo in cinque gare disputate con il nuovo tecnico in panchina. Contro il Giarre partenza spumeggiante dei padroni di casa, che costruiscono occasioni in serie fin dall'avvio e vanno in gol al 5' con Assenzio, bravo a raccogliere l'assist di Cappello, calciare al volo dal limite e trovare l'angolo giusto per il suo quarto gol negli ultimi cinque incontri. Il monologo neroverde prosegue e il Camaro sfiora più volte il 2-0 senza però trovarlo. Nel secondo tempo, però, la gara cambia quando Bonamonte dopo soli sei minuti viene espulso per fallo di reazione. Anche in dieci uomini la squadra di Ferrara sfiora il raddoppio ma il Giarre nella parte finale dell'incontro spinge con convinzione a caccia del pari e costringe gli avversari a moltiplicare sforzi e sofferenza per portare a casa un preziosissimo successo. Con i tre punti conquistati oggi, il Camaro raggiunge quota 18 e aggancia la zona play-off.

LA CRONACA - Già privo di diversi elementi (indisponibili Morabito, Gazzè, Visconti, Zappalà e Ceccio), il tecnico Ferrara deve anche rinunciare a Campo, non al meglio dopo un guaio muscolare accusato in settimana, e propone la stessa formazione vista all'opera nel precedente incontro, vinto 3-0 sul campo del Catania San Pio X: Mannino in porta, Cappello, Munafò, Pettinato e Mondello in difesa, Falcone, Ancione e Assenzio a centrocampo, Sturniolo, Paludetti e Bonamonte in attacco. 

La partenza neroverde è devastante e fin dai primissimi minuti Cappello e compagni assediano l'area avversaria. Già al 3' Mondello dialoga con Ancione, dribbla un avversario e va al cross per Paludetti, anticipato a due passi dalla porta da Miano. Seguono due angoli, sul secondo dei quali Ancione scambia con Sturniolo, si incunea in area e lascia partire un gran destro a giro che pizzica la traversa prima di perdersi sul fondo. Il gol che sblocca il punteggio arriva al 5': Sturniolo recupera palla e crossa da destra, la difesa del Giarre non riesce a liberare, il pallone si impenna e viene colpito da Cappello che di testa lo indirizza verso Assenzio, preciso destro al volo dal limite dell'area del numero 8 e palla in rete nell'angolino basso alla sinistra del portiere Colonna. Per Roberto Assenzio è il quarto gol nelle ultime cinque gare. Il vantaggio non placa il Camaro e al 9' ancora Assenzio, servito da Sturniolo, trova la deviazione sotto porta ma Colonna stavolta si supera e salva la propria porta. Poi è Bonamonte a provarci in due occasioni: al 10' botta da fuori che non inquadra lo specchio, al 18' gran destro di controbalzo e sfera alta non di molto. Al 22' Ancione cerca la porta sfruttando una punizione nei pressi del vertice destro dell'area di rigore: palla a lato di pochissimo. Dopo aver spinto senza sosta nella prima metà del primo tempo, il Camaro tira un po' il fiato e gestisce il vantaggio senza rischiare nulla e, poco prima dell'intervallo, torna a rendersi pericoloso: è il 45' quando Sturniolo serve Assenzio, cross da destra e colpo di testa in tuffo di Bonamonte con palla che si perde di un soffio a lato. Si va al riposo con i padroni di casa avanti 1-0.

Nella ripresa si riparte con il Camaro in avanti: al 2' dialogano bene Paludetti e Bonamonte ma quest'ultimo sbaglia il tocco decisivo per il compagno ben appostato sotto porta. Il Giarre prova a reagire e al 4', su sponda di Lamia, Caputa manca la deviazione da posizione favorevole. Al 5' padroni di casa in dieci uomini: fallo di reazione di Bonamonte, che scalcia Compagno, e cartellino rosso per il numero 11 del Camaro. Al 7' ammonito Munafò, che era diffidato e sarà dunque squalificato per un turno. In superiorità numerica il Giarre prende coraggio e torna a farsi vivo in avanti al 10': dopo una veloca ripartenza, è Patti ad andare al tiro dai 20 metri chiamando Mannino alla risposta coi pugni. Seppur con l'uomo in meno, però, il Camaro non si scompone e cerca il raddoppio, andandoci vicinissimo più volte all'11': tutto nasce da una punizione battuta da Mondello e sporcata dalla barriera, la sfera giunge in area a Falcone che tira e trova pronto Colonna, l'azione prosegue ed è Paludetti da centro area a battere a rete con il difensore D'Arrigo che ne respinge la prima conclusione, la difesa del Giarre non riesce a liberare e ancora Paludetti in acrobazia chiama Colonna al miracoloso intervento. Ancora Camaro in avanti al 17' e splendida combinazione tra i suoi due terzini: gran cross di Mondello da sinistra, inserimento di Cappello da destra e diagonale del capitano a lato di pochissimo. Al 20' primo cambio tra i padroni di casa: Spoto rileva Sturniolo. Il Giarre, dopo aver rischiato di subire il secondo gol, torna a farsi sotto al 34' e reclama per un tocco sospetto in area di Spoto, tra i componenti della barriera che respinge la punizione di Lamia. Ospiti pericolosi al 36' con il destro a giro da fuori Patanè che sfiora la traversa. Poco dopo dentro Princi per un esausto Paludetti. Il Giarre ci riprova al 40' con Caputa, il cui colpo di testa su cross di Sanfilippo termina però oltre la traversa. Dall'altra parte è Ancione a cercare l'eurogol con un tiro da 50 metri su cui Colonna deve rifugiarsi in angolo. Nel finale, al 45', brivido in area neroverde: sugli sviluppi di una punizione di Lamia, è Leotta ad andare al tiro dal limite trovando però ancora i pugni di Mannino a salvare porta e risultato. Sulla mischia che si accende in area resta a terra Cappello, che perde i sensi per qualche istante generando grande paura tra compagni e avversari: il capitano viene però prontamente soccorso e si riprende dopo un paio di minuti tornando anche in campo tra gli applausi del pubblico. Questa interruzione allunga il recupero fino a sette minuti, nel corso dei quali però i neroverdi si difendono con ordine e grande ardore portando a casa un preziosissimo successo.

Il Camaro raggiunge così quota 18 punti, agganciando lo Scordia al quinto posto e dunque la zona play-off. Sono numeri eccezionali quelli relativi alle cinque gare giocate dopo l'avvento di Ferrara in panchina: cinque vittorie, nove gol fatti, zero subiti. Domenica prossima confronto esterno con l'Adrano. 

Camaro - Giarre 1-0
Marcatori:
5' Assenzio (C)

Camaro: Mannino, Cappello, Mondello, Munafó, Pettinato, Falcone, Sturniolo (20' st Spoto), Assenzio, Paludetti (36' st Princi), Ancione, Bonamonte. In panchina: Giorgianni, Pantano, Muscarà, Sciotto, Velardi. Allenatore: Pasquale Ferrara.
Giarre: Colonna, Santitto, Sanfilippo, Patti, D'Arrigo, Miano, Leotta, Caputa, Patanè, Lamia, Compagno (36' st Curcuruto). In panchina: Dovara, Curcuruto, Spampinato, Privitera, Carrabino, Villari, Riceputo. Allenatore: Giuseppe Mascara.

Arbitro: Federico Landucci della sezione di Pisa
Assistenti: Davide Di Dio della sezione di Caltanissetta e Orazio Attardi della sezione di Ragusa

Ammoniti: Assenzio, Cappello, Munafò (C), Patti, Caputa, Miano (G)
Espulso: 6' st Bonamonte (C)