Città di S.Agata, Bellinvia: "Rammarico per l'andata e per il sorteggio"

Il tecnico non nasconde la delusione per l'eliminazione ad opera dell'Afragolese ma non cerca giustificazioni ed elogia i suoi giocatori
29.05.2018 10:18 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 325 volte
Fonte: www.cittadisantagata.it
Città di S.Agata, Bellinvia: "Rammarico per l'andata e per il sorteggio"

“Non posso dire nulla ai ragazzi, solo grazie perché ci abbiamo provato”. Queste le parole di mister Santino Bellinvia che, reduce dalla fase nazionale dei play-off con il suo Città di S.Agata, ha analizzato il match in terra campana contro l’Afragolese. Una sconfitta per 2-1 che ha lasciato tanta delusione al tecnico e a tutto l’ambiente biancoazzurro: “Abbiamo tentato tutto per riequilibrare le sorti della sfida dopo la gara di andata. Abbiamo disputato un primo tempo un po’ così, incerto, poi nel secondo siamo stati padroni del campo, abbiamo avuto la possibilità di fare gol, con la traversa di Mincica e le conclusioni di Matera, Zingales, Isgrò, ma è andata così contro una squadra forte. Il rammarico è anche per il sorteggio – ha continuato mister Bellinvia – perché non è stato benevolo con noi e abbiamo affrontato una delle squadre, insieme al Bitonto, più forti del circuito nazionale verso la D. Ma è andata così, grazie a tutti. È stato un anno importante, giocato sempre fuori casa ma sempre con il sostegno dei nostri tifosi e abbiamo ottenuto con grandi risultati”.

Oltre al sorteggio, però, probabilmente il Città di S.Agata si è giocato gran parte di qualificazione nel match di andata, quando al “Vasi” l’Afragolese si è imposta 1-0. Un risultato difficile da ribaltare e che ha compromesso il cammino dei biancoazzurri: “Sicuramente perché abbiamo subito gol su una nostra disattenzione ma queste partite sono diverse dal campionato, si giocano sull’impulso nervoso e sugli episodi. Non ci è andata bene, non siamo stati fortunati o bravi a far diventare gli episodi positivi per noi. Non colpevolizzo nessuno, né cerco alibi perché i ragazzi hanno dato tutto”.