Città di S.Agata, primo stop stagionale: il Città di Caccamo vince 2-1

Ko tra le proteste per i biancoazzurri, ridotti in nove per i rossi a Gatto e Bontempo; tra i locali espulso Sposito. Ospiti in vantaggio con Saverino, palermitani a segno con Calabrese e Guastella
03.02.2019 19:25 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 275 volte
Fonte: www.cittadisantagata.it
Fabrizio Bontempo
Fabrizio Bontempo

Il Città di S.Agata perde partita e imbattibilità stagionale. Prima o poi poteva succedere ed è accaduto nel più classico dei testa coda, sul campo del Città di Caccamo, che si è imposto 2-1. Sicuramente una bruttissima battuta d’arresto per i biancoazzurri, che dopo l’inopinato pari casalingo di domenica scorsa contro il Cus Palermo, non mettono punti in carniere e vedono allungare ulteriormente la capolista Licata e il Canicattì, fresco vincitore della Coppa Italia. Le prime due piazze, distanti 13 e 7 punti, sembrano più che una chimera. La squadra di mister Venuto, però, recrimina e protesta per le decisioni del direttore di gara che, come spesso avvenuto nelle ultime settimane, sono apparse dubbie: in particolare l'espulsione di Natale Gatto, mandato fuori dopo aver preso un pugno. Anche contro il Caccamo, così come a Canicattì, il Città di S.Agata è rimasto in nove.

Passano al match, dopo pochi minuti il Sant’Agata passa grazie al giovane Saverino, pronto a ribadire in rete una corta respinta del portiere su punizione di Gatto. Al 19′ arriva il pari dei padroni di casa con Calabrese che, sul secondo palo, raccoglie una spizzata di un compagno e deposita la sfera in rete. Al 23′ le due squadre rimangono in 10 visto che vengono allontanati Sposito e Gatto. Al 38′, punizione per il Sant’Agata ma il direttore di gara la inverte concedendola al Caccamo che con Guastella realizza il 2-1.

Nella ripresa, il Sant’Agata rimane in 9. Bontempo interviene su un giocatore lanciato a rete e induce il direttore di gara a concedere la massima punizione ed espellere il giocatore. Ingrassia, ancora una volta si dimostra di gran lunga portiere superiore alla categoria, e neutralizza. Nonostante l’uomo in meno i biancoazzurri si tuffano generosamente in avanti alla ricerca del pari, ovviamente rischiano qualcosa sulle ripartenze locali, che vengono però stoppate da un super Ingrassia. Dopo un lungo recupero arriva il triplice fischio a sancire la prima sconfitta stagionale.