Girone B: risultati, classifica e marcatori della ventiseiesima giornata

Cardia decide la gara di Biancavilla e conferma il primato del Città di Messina. Il Città di S.Agata ora è secondo, quarto lo Scordia. Torna al successo l'Atletico Catania, quarta rinuncia dell'Adrano
11.03.2018 19:32 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 425 volte
Festa del Città di Messina
Festa del Città di Messina

Il traguardo è sempre più vicino per il Città di Messina che non conosce ostacoli e sbanca anche lo stadio “Orazio Raiti”. Prova gagliarda della squadra di mister Peppe Furnari, che si aggiudica uno dei test più difficili di questo finale di stagione e si conferma, proprio contro il Biancavilla diretta rivale, la prima della classe con pieno merito. La sfida in terra etnea prende subito la piega giusta e, dopo 7 minuti, Francesco Cardia è implacabile dal dischetto e firma lo 0-1 che i giallorossi porteranno fino al triplice fischio, nonostante il rigore fallito da Randis, parato da un Paterniti in grande giornata.

Se il Città di Messina vola così a quota 66, scivola dal secondo al quarto posto il Biancavilla, scavalcato da Città di S.Agata e Città di Scordia, che si impongono entrambe di misura: i biancoazzurri piegano 2-1 il Giarre con Cicirello e Matera prima del gol ospite di Messina; gli etnei, invece, si aggiudicano 1-0 il match interno contro il Città di Rosolini, che si arrende solo all’85’ al gol di Provenzano.

Si avvicina ai gialloblù di mister Napoli anche il Camaro che, al “Marullo”, incassa i tre punti senza scendere in campo: l’Adrano, infatti, non si presenta per la quarta volta in stagione e sarà radiato. Blitz esterno per il Paternò che, sempre 1-0, passa al “Garden Sport” grazie a Guarnera, che decide una sfida, quella contro il Pistunina, poco spettacolare e molto nervosa. I rossoblù di Pidatella restano a -5 dal quinto posto, mentre i rossoneri di Raciti devono ancora lottare nelle prossime quattro giornate per conquistare la salvezza. Dietro, infatti, a -3 con 22 punti, Real Aci e Caltagirone, impegnate nello scontro diretto: il risultato finale sorride agli acesi che vincono 2-0 con le reti di Finocchiaro e Licata (rigore) e agganciano i rivali. Le due squadre chiudono poi in dieci per le espulsioni di Sorbello nel Real Aci e Buttiglieri nel Caltagirone.

Torna in corsa, almeno per i play-out, l’Atletico Catania che interrompe la serie negativa che durava da un girone: la doppietta di Di Venuto e il gol di Giorgio Corona confezionano il 3-1 che serve per battere l’Avola, che accorcia con La Bruna. Atletisti ora a quota 15 e con una gara in meno, mentre il Ragusa rischia la retrocessione diretta dopo il ko interno contro un Catania San Pio X che vede, invece, la matematica salvezza: i biancorossi vincono 3-1 con Badje e la doppietta di Ranno (un gol per tempo), mentre il gol dei locali porta la firma di Vicari.

Risultati 26^ giornata
Atletico Catania-Avola 3-1
Biancavilla-Città di Messina 0-1
Camaro-Adrano 3-0 a tavolino
Ragusa-Catania San Pio X 1-3
Città di S.Agata-Giarre 2-1
Città di Scordia-Città di Rosolini 1-0
Pistunina-Paternò 0-1
Real Aci-Caltagirone 2-0

CLASSIFICA: Città di Messina 66, Città di Sant'Agata 57, Città di Scordia 55, Biancavilla 54, Camaro 53, Paternò 48, Giarre 45, Città di Rosolini° 42, Catania San Pio X 33, Pistunina 25, Caltagirone, Real Aci 22, Avola 16, Atletico Catania° 15*, Città di Ragusa 12, Sporting Adrano 8*** (quattro rinunce)
° una partita da recuperare
*un punto di penalizzazione
***tre punti di penalizzazione