Il Camaro riprende il Marina di Ragusa all'87' con Gianni Arena

Ospiti avanti al 10' con Reinero e in apparente controllo della gara dopo il rigore fallito da Mondello al 19'. Il confuso forcing nella ripresa è premiato solo nel finale dalla zampata del numero 4
19.01.2019 14:29 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
L'esultanza di Arena
L'esultanza di Arena

Il Camaro torna al Despar Stadium con la voglia di scacciare la crisi di risultati di questo 2019 che ha portato in dote due sconfitte in altrettante uscite. L'avversario, però, non sarà dei più semplici, perché sul sintetico di Via Polveriera arriva la capolista Marina di Ragusa, autentica rivelazione di questo torneo di Eccellenza. Qualche problema di formazione per Michele Lucà che deve rinunciare a Campo squalificato e a Cammaroto infortunato. In basso la diretta video della partita.

La cronaca
Primo tempo
: Il Camaro torna al 4-3-3 con Paludetti riferimento centrale e gli acquisti di dicembre Genovese e Cardia sugli esterni. Spoto completa il centrocampo con Arena e il rietrante Falcone, mentre davanti a Sanneh ci sono Cappello, Munafò, Morabito e Mondello. Dopo un fuorigioco dubbio sbandierato a Genovese (che aveva anche scartato il portiere ibleo), la prima vera occasione, all'8', è di marca ospite, con il tiro di Alessandro Arena che si perde di poco a lato. Sanneh sembrava comunque sulla traiettoria. All'affondo successivo, due minuti dopo, il Marina di Ragusa trova il vantaggio: cross di Carnemolla, stacco di Daniele Arena che Sanneh non trattiene, lo stesso 10 si avventa sulla sfera, anticipa Cappello di testa e serve Reinero che da due passi non può sbagliare. Punita la prima indecisione difensiva dei padroni di casa che provano subito ad abbozzare una reazione e al 17', un cross di Cappello messo fuori dalla difesa, è raccolto da Falcone che dal limite non inquadra la porta. Il Camaro recupera subito palla con Spoto, verticalizzazione per Genovese che entra in area, tenta il dribbling su Vindigni che lo butta giù con un improvvido intervento in scivolata. Per l'arbitro è rigore, ma dal dischetto Di Carlo si esalta e para con i piedi la conclusione centrale di Mondello. Al 24' ci prova anche Cardia con una punizione da posizione defilata, palla che sfiora il palo e termina sul fondo. Squadra compatta il Marina di Ragusa e per il Camaro è difficile trovare spazi. Al 36' Mondello tenta di riscattarsi direttamente dalla bandierina, ma Bello appostato sul primo palo è attento e ribatte in corner. Ci prova il Camaro, pur senza dare continuità alla manovra: al 43' Cardia tenta la gemma personale, palleggio, virata sull'avversario e destro potente sotto la traversa che Di Carlo alza in corner con un colpo di reni. Sarà l'ultima emozione del primo tempo: premiata l'esperienza del Marina di Ragusa che ha trovato il vantaggio nelle prime battute della frazione e poi ha gestito il risultato difendendosi con ordine.

Secondo tempo: Si riparte senza sostituzioni. Il copione ricalca quello del primo tempo, anche se gli ospiti hanno alzato il baricentro e pressano il Camaro già alla prima uscita del pallone. Al 52' botta centrale di Daniele Arena, Sanneh blocca. I neroverdi, invece, ci provano su palla inattiva: cross di Mondello, sponda di Cappello, ma Sangare anticipa tutti e mette in angolo. Rischia grosso, poi, il capitano che, già ammonito, spinge via il portiere ibleo, accusato di perdere tempo volontariamente: solo un rimbrotto per lui. Al 68' doppio cambio per il Camaro: Lucà toglie Spoto e, a sorpresa, Mondello e manda in campo D'Amico e Ginagò. 4-3-3 più offensivo, adesso, per i neroverdi. La mossa non paga dividendi immediati e, poco dopo, il Marina va a un passo dal raddoppio: Falcone perde palla sul pressing di Reinero che entra in area e serve l'accorrente D'Agosta, dribbling su Sanneh e tiro a botta sicura che Munafò salva sulla linea con grande reattività. Sul capovolgimento di fronte ci prova Cardia, para senza problemi Di Carlo. Ben più complicato, al 78', l'intervento del portiere ospite che salva in qualche modo la conclusione dal limite del solito Cardia che si era trovato libero da marcature. L'8 del Camaro ci prova anche all'84 su sponda di Paludetti, ma la difesa chiude. Due minuti dopo punizione cross di Genovese e zampata vincente di Gianni Arena per l'1-1 neroverde che scatena le proteste ospiti: ne fa le spese Iannizzotto, sostituito qualche minuto prima ed espulso dalla panchina. Il gol galvanizza oltremodo i padroni di casa che si gettano in avanti alla ricerca del 2-1 e rischiano fortemente sulle incursioni ospiti, vicini al nuovo vantaggio con Alessandro Arena e D'Agosta che, dopo un rimpallo, spedisce incredibilmente fuori da pochi passi e con la porta spalancata. Finisce 1-1, il Camaro acciuffa nel finale un pari che, per come si era messa la gara, sembrava difficile da portare a casa.

Camaro-Marina di Ragusa 1-1
Marcatori
: 10' pt Reinero (M), 42' st G. Arena

Camaro: Sanneh, Cappello, Mondello (23' st Ginagò), G. Arena, Morabito, Munafò, Paludetti, Cardia (43' st Pantano), Spoto (23' st D'Amico), Genovese, Falcone. A disposizione: Forestieri, Muscarà, Freni, Raffa, De Luca, Giu. De Marco. Allenatore: Michele Lucà.

Marina di Ragusa: Di Carlo, Carnemolla, Immesi, Bello, Vindigni, Saccà, Iannizzotto (23' st D'Agosta), Sangare, Reinero (35' st N. Arena), D. Arena (46' st Capozucchi), A. Arena. A disposizione: Barbera, Belluardo, Pellegrino, Iozzia, Bettabghor, Maiorana. Allenatore: Salvatore Utro.

Arbitro: Mario Picardi di Viareggio
Assistenti: Alessio Angelo Boscarino di Siracusa e Filippo Luca Scannella di Caltanissetta

Ammoniti: Saccà (M), Cappello (C), Reinero (M), Morabito (C), Vindigni (M), Munafò (C), Di Carlo (M), A. Arena (M)
Espulso al 43' st Iannizzotto (M, dalla panchina)