Il Città di S.Agata ha un solo obiettivo: tre punti contro il Città di Caccamo

I biancoazzurri continuano la preparazione per la trasferta di domenica, ma senza gli squalificati Cicirello e Tricamo e l'infortunato Genovese. In dubbio Carioto, rientra Biondo
01.02.2019 16:03 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 100 volte
Fonte: www.cittadisantagata.it
Il Città di S.Agata ha un solo obiettivo: tre punti contro il Città di Caccamo

Ritrovare la strada maestra che, in parole più semplici, si può tranquillamente tradurre in ritrovare i 3 punti. Questo l’obiettivo del Città di Sant’Agata che, domenica con calcio d’inizio alle 15, sarà impegnato nella difficile trasferta di Caccamo. Se da un lato i madoniti, nelle tre occasioni affrontati, sono sempre stati superati, dall’altro è altrettanto vero che ogni partita fa storia a sè e i giallorossi hanno assoluto bisogno di fare punti per evitare la retrocessione diretta e cercare di conquistare una buona posizione nella griglia play out. La quadra di mister Guida cercherà di sfruttare al meglio il fatto di poter giocare davanti al pubblico amico e ricavare ulteriori vantaggi dal terreno di gioco in terra battuta, che domenica potrebbe essere ulteriormente insidioso se la prevista pioggia dovesse essere confermate.

Proprio per questo motivo mister Venuto ieri ha fatto svolgere ai suoi ragazzi l’allenamento al Comunale di Torrenova, mentre oggi è prevista una seduta al "Romano". Su quella che sarà la squadra iniziale si hanno ancora pochi indizi, ma l’unico dato certo è che all’appello mancherà lo squalificato Giorgio Cicirello. Sicuramente un’assenza importante visto quanto il calciatore sta facendo in questa stagione, non soltanto in termini di gol, ma anche di “sacrificio” per la squadra e la sua polivalenza. Più volte, infatti, l’ex Due Torri ha ricoperto il ruolo di mezzala, esterno e centravanti. Assenti anche anche Tricamo, che deve scontare la seconda giornata di squalifica, e Genovese ancora alle prese con una fastidiosa pubalgia.

Mister Venuto ritrova Biondo, che ha scontato il turno di stop dopo l’espulsione rimediata contro il Canicattì. Restano da valutare le condizioni di Carioto, alle prese con qualche fastidio muscolare, anche se tutto lascia presagire che l’attaccante dovrebbe essere della partita.
A prescindere da chi andrà in campo e quello che sarà il modulo, l’imperativo categorico è quello di cancellare la brutta partita di domenica scorsa contro il Cus Palermo (solo 0-0) e continuare ad alimentare la speranza di raggiungere la seconda posizione (-4 dal Canicattì), mentre la prima (Licata distante dieci punti) rimane una chimera.
Inizialmente il Sant’Agata dovrebbe partire con il consueto 4-3-3. Ingrassia in porta; la difesa dovrebbe essere identica a quella di domenica con Scaffidi e Zingales sugli esterni e Bontempo e Drago in mezzo. Il regista sarà Piyuka, nel ruolo di mezzali Gatto e Saverino. In attacco il tridente composto da Lo Giudice, Carioto e Biondo.
Il match sarà diretto da una terna della sezione di Enna: arbitro Gaetano Alessio Bonasera, assistenti Francesco Conti e Francesco Di Venti