Il Real Aci frena la corsa della Ssd Milazzo: solo un amaro 2-2

I mamertini, due volte in vantaggio con La Piana e Pino, vengono raggiunti da Fascetto e Pennisi
27.01.2019 21:22 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa SSD 1937 Milazzo
Il Real Aci frena la corsa della Ssd Milazzo: solo un amaro 2-2

Dopo la settimana di pausa riparte dal vecchio comunale di Viale Regina Margherita di Acireale la rincorsa alla zona play-off per la Ssd Milazzo di mister Ferrara, privo di ben 7 elementi tra squalifiche e infortuni. Eppure, sembrava essersi messo bene il pomeriggio per i rossoblu, passati in vantaggio al 40' con La Piana, favorito da un goffo disimpegno del portiere acese. Il Real Aci è squadra tosta e necessita di punti salvezza, se ne accorgeranno ben presto i mamertini nella ripresa, raggiunti dal gol di Fascetto al 56' sugli sviluppi di un calcio di punizione quantomeno dubbio. 
Ci pensa allora Pino a riportare avanti i ragazzi della città del Capo due minuti più tardi, siglando la seconda rete in tre uscite, prima che Pennisi per i locali fissasse il risultato sul definitivo 2-2.

Rivoluzione negli interpreti per mister Ferrara, che deve fare a meno di Alosi, Lo Monaco, Presti e Russo, appiedati dal giudice sportivo e dei lungodegenti Ancione, Campanella e Petrullo: non cambia però la filosofia di gioco del tecnico barcellonese, che prova a infondere fiducia ai suoi schierandosi sempre con un offensivo 3-4-3, con il giovane D'Amico che ritrova il posto da titolare tra i pali, davanti a lui linea a 3 composta da Marino, Franchina e Caldore, quest'ultimo con la fascia di capitano al braccio. In mediana Ardiri sostituisce Alosi, al suo fianco Abbate con Longo e Antonuccio ad agire sui binari esterni.  Tridente estroso in avanti con Pino, spalleggiato da La Piana e Portovenero, alla sua prima da titolare in maglia rossoblu. 

Primo quarto d'ora di gioco di pura noia e sono i locali a rompere il ghiaccio al 20' con la verticalizzazione improvvisa di Arcidiacono, fratello del più celebre Pietro, che pesca Castelli, abile a sgusciare tra i centrali mamertini: il numero 9 acese tenta un pallonetto che termina alto sprecando una buona chance. Immediata reazione del Milazzo al 27', calcio di punizione dalla sinistra di La Piana che trova l'inserimento di Franchina sul primo palo, torsione perfetta dell'ex Sant'Agata che trova però attento l'estremo difensore acese. Al 33' è ancora La Piana, particolarmente ispirato, a ricevere palla tra le linee da Ardiri girarsi e calciare debolmente verso la porta difesa da Meo. Al 39' palla filtrante di Ardiri per Portovenero, che sbaglia il controllo mettendo a tu per tu Pino con Meo, il classe 2000 gonfia la rete, ma a gioco fermo, per un più che dubbio fuorigioco ravvisato dal primo assistente del direttore di gara Vazzano. La fortuna toglie, la fortuna dà e al 40' il tiro cross senza troppe pretese di La Piana, trova disattento l'estremo difensore acese Meo, vittima di un vero e proprio harakiri.  Milazzo che sblocca così l'incontro, trovando una rete tanto fortunosa quanto importante che permette ai mamertini di andare alla pausa in vantaggio. 

Inizio ripresa di marca acese con Arcidiacono che ci prova dopo un giro di lancette, calciando largo col mancino. Al 56' veementi proteste dei locali, per un fallo ravvisato dal direttore di gara: giallo per Longo e occasione per il Real Aci di pareggiare con il calcio di punizione dal limite di Fascetto, che non se lo farà ripetere due volte e fredda un impallato D'Amico sul suo palo. Un minuto più tardi Real Aci che potrebbe passare clamorosamente in vantaggio: l'ex Giarre Carbonaro è abile a sgusciare tra una selva di maglie rossoblu e a calciare con il sinistro trovando solo il legno alla sinistra di D'Amico. Il Milazzo è vivo e vuole portare l'intera posta a casa, lo dimostra all'ora di gioco, quando La Piana ubriaca di finte il diretto marcatore Bisicchia, serve il pallone sul secondo palo ad Antonuccio che batte a rete, miracolo di Meo in prima battuta che non può nulla però sul tap-in ravvicinato di Pino
Vantaggio mamertino che durerà appena 4 minuti: sbandata difensiva su una sventagliata di facile lettura di Arcidiacono, il numero 4 dei locali trova pronto Fascetto a ributtare dentro la sfera per Pennisi, che deve solo spingere in rete il gol del 2-2.  I mamertini sono ormai esausti in un terreno di gioco molto scivoloso e nel finale non riescono a capitalizzare una serie di buone ripartenze per palese carenza di ossigeno. 
Termina in parità una sfida che sembrava essere alla portata dei rossoblu, raggiunti per ben due volte dalla formazione acese.  L'occasione di mettere da parte i rimpianti potrebbe però palesarsi già nella prossima sfida interna contro il Biancavilla, vero e proprio crocevia del cammino mamertino. 

REAL ACI-SSD MILAZZO 2-2 
Marcatori: 40' La Piana (M), 55' Fascetto (RA), 56' Pino (M), 65' Pennisi RA)

Real Aci: Meo, Bisicchia, Pennisi, Arcidiacono, Semprevivo (50' Aleo), Fascetto, Carbonaro G. (80' Miano), Alidou, Castelli (81' Spada), Carbonaro A., Cuturi (50'Scuderi). A disposizione: Trovato, Carpinato, Licciardello, Barbagallo, Patti. Allenatore: Maurizio Romeo
Ssd Milazzo: D'Amico, Antonuccio, Marino, Ardiri, Franchina, Caldore, La Piana, Longo, Pino (90' Piccolo), Abbate, Portovenero (65' Cambria). A disposizione: Di Dio, Cordaro, Brancato, Salvadore, Mandanici, Andaloro. Allenatore: Pasquale Ferrara (squalificato)
Arbitro: Tommaso Alberto Vazzaro di Catania
Assistenti: Francesco Davide Bonaccorso di Catania e Giuseppe Saracino di Siracusa
Recupero: 0’ pt, 4’ st.