La sblocca Segreto, pareggia Fofana al 96'. CdM-Sant'Agata è 1-1

Ospiti in vantaggio al 75' sugli sviluppi di un corner, ma i padroni di casa ci credono e ristabiliscono il punteggio in pieno recupero
 di Gregorio Parisi Twitter:   articolo letto 1642 volte
La sblocca Segreto, pareggia Fofana al 96'. CdM-Sant'Agata è 1-1

Città di Messina per continuare a onorare un campionato dominato, Città di Sant'Agata per blindare il secondo posto: al Garden Sport non può ancora essere tempo di vacanza. I giallorossi di Furnari, dopo avere ottenuto sette giorni fa la matematica promozione in Serie D, affrontano la seconda della classe, guidata in panchina da mister Bellinvia, ex tecnico proprio del CdM che lo scorso anno vinse i playoff di Promozione.

La cronaca
Primo tempo
: Partiti al Garden. Un paio di novità nel Città, Princi rileva Lo Giudice al fianco di Rasà e Maisano sostituisce Paterniti. Ospiti con la formazione tipo che al 1' subiscono il primo affondo con Princi che se ne va sulla destra, cross interessante, ma non arriva nessuno. Primi minuti di studio tra le due formazioni, un po' di vento al momento non condiziona particolarmente il match nonostante qualche traiettoria strana. Gara povera a livello di occasioni, al 20' tocca a Mincica scaldare i guantoni di Maisano che risponde presente senza problemi. Un minuto dopo Cicirello di testa manda alto sopra la traversa. Alla mezz'ora bel break sulla destra di Princi, fermato poi dalla difesa, l'azione prosegue con Inferrera che smanaccia e Costa prova a sorprenderlo da fuori ma il numero uno ospite si oppone bene. La palla poi arriva ad Alessandro che spedisce alto. Si fa vedere nuovamente il Sant'Agata con Lupo che dai 25 metri fa partire un destro alto rispetto alla porta di Maisano. Tentativo velleitario come quello di Fragapane, che al 41' non angola bene dopo essersi liberato con destrezza di un avversario. Ancora Città di Messina in chiusura di frazione, Rasà gira da terra, largo alla sinistra di Inferrera. Non sembra volersi sbloccarsi la partita e finisce 0-0 un primo tempo in cui i locali hanno fatto qualcosa di più, ma il Sant'Agata dovrà mettere in campo altro nella ripresa per battere i giallorossi.

Secondo tempo: Si riparte senza cambi. Al 2' grandissima chance per i padroni di casa: ottimo Fragapane a sinistra a liberarsi di un uomo cercando sul secondo palo, con un cross basso, Rasà che arriva all'appuntamento col pallone ma, in scivolata, manda a lato di un soffio. All'8' Rasà sbaglia un movimento e resta a terra. La punta si infortuna e al suo posto subentra La Corte. Arrivati al quarto d'ora continua a giocare meglio il Città di Messina, con il Sant'Agata al momento assente ingiustificato all'interno del match. Alla mezz'ora arriva un brivido in una partita addormentata ed è un brivido importante perché si tratta del vantaggio ospite: Segreto con il mancino colpisce al volo da calcio d'angolo battendo Maisano per lo 0-1. Vengono concessi 6 minuti di recupero. Al 51' incredibile occasione sciupata in contropiede dal Città di Messina con Cardia che a tu per tu con Inferrera inciampa. Non è ancora finita però perché proprio sui titoli di coda arriva il pari di Fofana, che trova il primo centro in giallorosso sfruttando un buco difensivo ospite. Finisce così, 1-1

Città di Messina-Città di Sant'Agata 1-1
Marcatori
: 30' st Segreto, 51' st Fofana (CdM)

Città di Messina: Maisano, Silvestri, Fragapane (22' st Quintoni), Leo, Filistad, Bombara, Costa (32' st Calcagno), Cardia, Rasà (9' st La Corte), Princi, Alessandro (37' st Fofana). A disposizione: Forestieri, Ginagò, Lo Giudice. Allenatore: Furnari.

Città di Sant'Agata: Inferrera, Russo, Bontempo, Calafiore, Scaffidi, Zingales, Lupo, Segreto (40' st Fogliani), Cicirello, Mincica (34' st Franchina), Isgrò. A disposizione: Scurria, Tricamo, Matera, Scarlata, Pino. Allenatore: Bellinvia.

Arbitro: Pietro Mirabella di Acireale
Assistenti: Antonino Alessio Di Paola di Catania e Mario Grasso di Acireale

Ammonito: Cardia (CdM), Bombara (CdM), Lupo (CdS), Inferrera (CdS)