La Ssd Milazzo ritrova il sorriso: 3-1 contro il Terme Vigliatore

I mamertini indirizzano la sfida nel primo tempo con la doppietta di Pino; nella ripresa il tris di Franchina, prima del gol ospite di Calabrese
27.02.2019 21:40 di MNP Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Ufficio Stampa SSD 1937 Milazzo
La Ssd Milazzo ritrova il sorriso: 3-1 contro il Terme Vigliatore

Ventiquattresimo tornante del campionato di Eccellenza e a far visita al Milazzo è il Terme Vigliatore, in quello che risulterà essere il derby di giornata del girone B
I mamertini, vittoriosi nella gara d'andata grazie alla rete di Rossano, cercano una vittoria che manca ormai dallo scorso 6 gennaio quando alla prima di ritorno avevano la meglio sulla Jonica per 2-1. 
Non attraversa di certo un periodo di forma migliore la formazione di Salvatore Cambria, con appena 2 punti raccolti nelle ultime 8 uscite. 
Mamertini che metteranno subito le cose in chiaro portandosi avanti con Pino al 19' che corregge in rete il preciso traversone dalla sinistra di Franchina. Ancora il classe 2000, ex Città di Sant'Agata, ad un minuto dal termine della prima frazione raddoppia per i ragazzi della città del Capo, scartando Barca e depositando in rete il suo sesto sigillo stagionale. Nella ripresa ci penserà Franchina, premiato dal filtrante del solito La Piana, a chiudere i giochi già al 56'. Solo per la gloria nel finale la rete della bandiera giallorossoverde con l'ex di giornata Tindaro Calabrese, che dai 25 metri circa sorprende Lo Monaco direttamente da calcio piazzato. 

Milazzo, orfano di Longo, appiedato per un turno dal giudice sportivo, che si schiera con un ordinato 4-4-2 con Russo e Marino al centro della difesa e Caldore e Franchina sui binari laterali, Presti affianca Alosi in mediana, con Abbate e La Piana dirottato sulle fasce, tandem offensivo composto da Pino e Petrullo
Pronti e via e sono i rossoblu, che sfoggiano la nuova maglia celebrativa, a provarci con Franchina che non riesce a spingere in rete il corner dalla destra di La Piana. Al 10' giallorossoverdi battono il primo colpo dalle parti di Lo Monaco con Bartuccio che risulta impreciso con il destro. Al 19' matura il vantaggio per il Milazzo con il cross telecomandato dal binario mancino di Franchina che premia l'inserimento con i tempi giusti di Pino, abile nella torsione di testa ad eludere l'intervento di Barca. Due minuti più tardi la potrebbe già chiudere la formazione di Pasquale Ferrara, con Petrullo che, da buona posizione, eccede in generosità e prova a servire dentro un compagno facilitando l'alleggerimento della retroguardia giallorossoverde. Al 23' prova allora a caricarsi la squadra sulle spalle Addamo, che resiste ad un corpo a corpo e spara a salve verso Lo Monaco, costretto a sporcarsi i guantoni.  Alla mezz'ora il Terme tiene bene il campo, ma il Milazzo è squadra cinica e sa cosa vuole, lo dimostra con La Piana, bravo a liberarsi al tiro sugli sviluppi di uno schema da rimessa, la sua bordata termina però di un paio di metri alla destra della porta difesa da Barca
Terme Vigliatore che, dall'altro lato, non disdegna qualche sortita offensiva e al 33' va vicinissima al gol del pari: Crinò, servito in area da Bartuccio, si lascia ipnotizzare da Lo Monaco. Dieci minuti più tardi cerca invano la via del pari la formazione barcellonese con il calcio piazzato di D'Anna dai 20 metri che termina di un paio di metri alto. Proprio agli sgoccioli del primo tempo però i mamertini colpiscono ancora, con Petrullo che trova l'imbucata giusta per Pino, che a tu per tu con Barca è glaciale a scartare l'estremo difensore giallorossoverde ed a depositare in fondo al sacco il suo quinto sigillo stagionale. 
Mamertini che vanno così alla pausa sul doppio vantaggio, grazie alla doppietta del giovane classe 2000, acclamato a gran voce dai tifosi milazzesi presenti sulle tribune del Salmeri anche in questo turno feriale. 
Il Terme ha tenuto bene in campo, con D'Anna e Addamo che dialogano perfettamente in mediana, ma viene oltremodo punito dagli episodi. 
Mister Ferrara è tecnico navigato e infatti si ripresenta in campo dopo la pausa con un uomo in più a centrocampo, grazie all'arretramento di Abbate al fianco di Presti e Alosi e l'avanzamento di La Piana sulla linea degli attaccanti. 

Dopo due minuti dal rientro in campo delle due formazioni è ancora l'ex di giornata Crinò, dopo aver duettato bene con Bartuccio, ad avere sul destro l'occasione che potrebbe riaprire la gara, ma trova sulla propria strada un Lo Monaco in versione super che si esibisce in un doppio intervento. 
Al 56' allora la possono chiudere i ragazzi della città del Capo, con La Piana che premia il taglio interno di un inesauribile Franchina, che con un tocco diabolico elude l'intervento di Barca per il 3-0 dei locali. 
Può allora gestire anche le forze mister Ferrara in vista del prossimo impegno esterno contro il Catania San Pio X, avvicendando Petrullo con Portovenero, Ardiri con Abbate e Cambria con il man of the match Tonino Pino
Appena scoccata l'ora di gioco, un altro ex di giornata, Carmelo Bucolo da buona posizione calcia malissimo con il mancino: sembra essere questo il segnale di resa della formazione giallorossoverde che al 70' troverà però un sussulto d'orgoglio con Tindaro Calabrese che, dai 25 metri, sorprende Lo Monaco con un preciso destro da calcio piazzato e si prende gli applausi dei suoi ex tifosi per la mancata esultanza. 
Sei minuti più tardi ci prova allora Samuel Portovenero a trovare il primo centro in rossoblu, sull'assist preciso di Cambria, l'ex Camaro e Città dovrà però prima fare i conti con Barca che gli strozza in gola l'urlo di gioia. 
Nel finale scampoli di gara anche per Dell'Oro, che prende il posto di Presti e per La Spada che prende quello di La Piana. L'ultima emozione della sfida al primo dei tre minuti di recupero con il colpo di testa di Addamo che non trova la porta. 
Segue il triplice fischio di Testaì che sancisce ufficialmente il ritorno alla vittoria del Milazzo, che con una gara da recuperare resta agganciato al treno playoff e ha l'occasione di dimostrare già sabato prossimo al Bonaiuto Somma di Mascalucia di credere ancora in un sogno.

SSD1937 MILAZZO-TERME VIGLIATORE 3-1 
Marcatori: 19' e 45' Pino, 56' Franchina, 71'Calabrese (TV)

Ssd Milazzo: Lo Monaco, Russo, Marino, Alosi, Franchina, Caldore, Abbate (58' Ardiri), Presti (83' Dell'Oro), Pino (69' Cambria), La Piana (89' La Spada), Petrullo (57' Portovenero). A disposizione: D'Amico, Mandanici, Piccolo, Salvadore. Allenatore: Pasquale Ferrara 
Terme Vigliatore: Barca, Leo D., Triolo, Bucolo (63' Caliri) , Leo S. Puzone (62' Benenati), Bartuccio, Addamo, Crinò (59' Calabrese) , D'Anna, Crifò (74' Maisano). A disposizione: Giunta, Sottile, Presti, La Macchia, Laudani. Allenatore: Salvatore Cambria
Arbitro: Salvatore Marco Testaì di Catania di Catania
Assistenti: Cristina Lunelio di Catania e Francesco Quattrotto di Messina. 
Ammoniti: Caldore Russo, Alosi, Abbate, Pino M, Crinò, Bartuccio Triolo TV. 
Recupero : 1’ pt, 3’ st.