Pistunina, Ardiri: “Tutto nelle nostre mani. Vinciamo con l’Avola”

Sul neutro di Canicattini Bagni, i rossoneri hanno il match point tra le mani: con un successo la salvezza sarebbe matematica. Il centrocampista: "Dedico il gol col Rosolini al presidente Velardo"
13.04.2018 10:53 di Antonio Billè Twitter:   articolo letto 289 volte
Andrea Ardiri
Andrea Ardiri

Il gol con cui Andrea Ardiri ha aperto le marcature nello scorso match con il Città di Rosolini, ha permesso al Pistunina di scrollarsi di dosso paure e incertezze e incamerare tre punti vitali nella corsa alla salvezza. Un mancino al volo quello dell’ex Camaro che ha spianato la strada al raddoppio di Ancione (gara poi terminata 2-1): “Sono contento di aver aiutato la squadra a sbloccarsi - dice - e dedico il gol al presidente Velardo, che in questo periodo mi è stato molto vicino e gran parte del merito va a lui”.

Una seconda parte di campionato a marce basse per il Pistunina che avrebbe potuto ambire a una classifica più serena e che, invece, dovrà lottare fino all’ultima giornata per conquistare la salvezza. Un successo nel match di domenica con l’Avola, in programma sul neutro di Canicattini Bagni, permetterebbe comunque ad Ardiri e compagni di festeggiare con novanta minuti d’anticipo: “Siamo stati penalizzati da un paio di episodi - spiega - e altre volte siamo stati noi a sbagliare, come nella partita con il Real Aci. Quel passo falso ci ha demoralizzato e ha rischiato di farci affondare, però siamo sempre stati fuori dalla zona playout e, anche se abbiamo tanto da recriminare, ci mancano solo tre punti per la salvezza. Sfruttiamo subito questa chance e sfidiamo l’Avola con un solo risultato a disposizione, perché poi il Città di Scordia che verrà a Mili all’ultima giornata avrà bisogno di fare punti”.