Ex Città di Messina: la rivoluzione Arena ha dato inizio all'esodo

Fragapane firma per l'Acr Messina, Codagnone e Lorefice vanno a Ragusa. Bellopede sceglie il Rieti in C mentre Galesio si trasferisce in Trentino
19.07.2019 09:24 di Marco Boncoddo Twitter:    Vedi letture
Ex Città di Messina: la rivoluzione Arena ha dato inizio all'esodo

L’irruzione di Rocco Arena al timone del Città di Messina, iscritto al prossimo campionato di serie D con il glorioso nome di Football Club Messina, ha comportato un azzeramento della rosa della passata stagione, nel tentativo di consegnare a mister Costantino una squadra il più possibile competitiva. Non tutti i calciatori del vecchio organico, capace di conquistare la salvezza ai play-out, hanno già trovato una nuova collocazione. In molti, infatti, sono ancora senza squadra, alla ricerca di un ingaggio, possibilmente dato da una società di sicuro affidamento, che possa mantenere le promesse d’inizio stagione.

Eugenio Lorefice e Alessandro Codagnone, però, hanno immediatamente scelto di sposare il progetto del Marina di Ragusa, ambiziosa matricola che ha vinto il campionato di Eccellenza nella passata stagione. I due ex peloritani, dopo essersi messi in luce con mister Furnari, sono stati contattati dalla società della frazione iblea, decisa a puntare su di loro per raggiungere una tranquilla salvezza. Di qualche giorno fa, invece, è l’ingaggio di Alessandro Fragapane da parte dell’Acr Messina, vogliosa di costruire un organico valido senza rinunciare alla possibilità di dare spazio a calciatori peloritani.

L’argentino Luis Fabian Galesio, noto alle nostre latitudini per la love story con Ivana Icardi, ha deciso di accettare l’offerta del Levico Terme, formazione di serie D con sede nell’omonimo centro della provincia di Trento. Le 8 reti in 33 presenze, infatti, gli sono valse un nuovo ingaggio in quarta serie, il quale costringerà la fidanzata a cambiare radicalmente set fotografico, dalle onde dello Stretto agli innevati monti del Trentino.

Già concluso, invece, l’accordo tra il classe ’98 Cristian Ferraù e la Sancataldese di Pietro Infantino. Il centrocampista peloritano, dopo le 22 presenze in serie D, ha accettato il declassamento in Eccellenza, convinto da alcune rassicurazioni sull’importanza del nuovo progetto verdeamaranto. E la stessa società nissena ha annunciato l'arrivo anche di Pietro Grasso, difensore centrale casse 2001, che ha esordito in D proprio lo scorso anno con il CdM. Salto di categoria, infine, per Matteo Bellopede, figlio della bandiera peloritana Antonio. Il centrocampista campano, classe ’99, è partito in ritiro con il Rieti, formazione che milita in serie C.

Le frequenze di radiomercato, caldissime sia per le temperature che per la sessione in corso, continuano a trasmettere numerosi rumors, che sembrano trovare riscontro tra gli addetti ai lavori. Pasquale Princi e Losseni Fofana, stando alle informazioni in nostro possesso, dovrebbero far ritorno all’Atletico Messina, neopromosso in promozione, anche se l’Igea 1946 ha chiesto notizie sui due ex CdM. Il portiere Sebastiano Paterniti, invece, potrebbe accasarsi al Milazzo, nella speranza di ritrovarsi nuovamente in serie D in virtù di un ripescaggio dei mamertini. Tomas Berra, infine, dovrebbe essere nel mirino dell’Aglianese.

Poco, invece, si muove per altre colonne del Città di Messina, nonostante le numerose presenze accumulate nella passata stagione. Ancora nessuna nuova, infatti, per QuintoniBombaraCangemi Cannino.