Ex Messina: Citro perno veneziano, Genchi non si ferma più

Il nuovo ruolo da mediano esalta l'ex CdM, titolare fisso dei lagunari di Zenga. In C arriva il quarto centro per il bomber di Raffaele
27.11.2018 11:00 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 214 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Ex Messina: Citro perno veneziano, Genchi non si ferma più

SERIE A

MAIETTA (EMPOLI) 6 – Empoli-Atalanta 3-2

Dirige la difesa toscana con la consueta autorevolezza anche se, a volte, è vittima di improvvise amnesie. Il primo gol dei bergamaschi, infatti, nasce da un goffo tentativo di rinvio, che si tramuta in assist per Freuler. Sufficiente.

SERIE B

MARTINELLI (FOGGIA) 5,5 – Spezia-Foggia 0-0

Distrugge la sua partita al 3’, facendosi ammonire stupidamente per una brutta entrata su Augello. Gioca una match intero con l’ansia di farsi espellere, tirando indietro la gamba ed evitando il contrasto deciso. Ingenuo.

CRIMI (SPEZIA) 6,5 – Spezia-Foggia 0-0

Non gioca una delle sue migliori partite ma, nonostante questo, è uno dei più positivi tra gli 11 di Marino. I suoi tiri dalla distanza impensieriscono Bizzarri mentre Agnelli, già ammonito, è costretto a lasciare i satanelli in 10 per fermare una ripartenza improvvisa del centrocampista peloritano. Importante.

RAGUSA (H.VERONA) S.V. – H.Verona-Palermo 1-1

Grosso lo getta nella mischia al 71’, dopo il pareggio degli ospiti, per cercare di aumentare il peso offensivo della sua squadra. Il poco tempo a disposizione non gli permette di entrare in partita. Accantonato.

CITRO (VENEZIA) 6,5 – Venezia-Brescia 2-1

Totalmente padrone della nuova posizione in campo. Detta i tempi della squadra, imposta e si propone in fase offensiva. Abbandona il campo al 57’, permettendo a Zenga di rimodulare la squadra dopo 40’ minuti in inferiorità numerica. Fondamentale.

TERZA SERIE IN…RETE

Solamente due le reti “giallorosse” in questa giornata di serie C. A siglarle Gladestony Da Silva, che decide l’inedito derby piemontese tra Pro Vercelli e Juventus U23 in favore dei padroni di casa e l’inesauribile Genchi, che rende ancora una volta felice Peppe Raffaele nell’1-1 tra Bisceglie e Potenza.