Ex Messina: grande anonimato nelle due serie maggiori, meglio in serie C

Gli ex Messina di A e di B si vedono a stento. In terza serie, invece, timbrano il cartellino Damonte, Lazzari, Tiscione, Rosafio e Saraniti
01.01.2019 11:00 di Marco Boncoddo Twitter:    Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Ex Messina: grande anonimato nelle due serie maggiori, meglio in serie C

In perfetta linea con i paesi anglosassoni, i campionati italiani sono stati animati da iperattivismo natalizio, con ben tre giornate disputate tra il 22 ed il 30 dicembre. Tra un panettone ed un prosecco, accompagnati dagli auguri dei commentatori televisivi più noti, alcuni ex giallorossi hanno calcato i campi delle tre serie professionistiche. Come spesso accade, la maggior parte di loro ha compiuto una fugace apparizione, certamente più veloce del passaggio della Cometa di biblica memoria. Altri invece, unicamente in serie C, sono riusciti a timbrare il cartellino, regalando alle proprie compagini qualche punto “natalizio”. Come di consueto, anche se in maniera più allargata, analizziamo nel dettaglio:

SERIE A

Nella diciassettesima giornata, sia Ciciretti (Parma) che Floccari (Spal) sono entrati negli ultimi scampoli di gara. Il fantasista romano, in campo al posto di Gervinho, ha avuto pochissimo tempo per provare a sbloccare il derby emiliano con il Bologna, terminato a reti bianche. L’attaccante calabrese, invece, ha visto la sua squadra soccombere, seppur onorevolmente, al Napoli. Mister Semplici, in pieno delirio da turn-over, gli ha regalato una maglia da titolare nella sfida casalinga successiva, disputata al Mazza contro l’Udinese: senza grandi sussulti, però, Floccari ha lasciato il campo all’85’, con la partita inchiodata sullo 0-0. Tra gli ex giallorossi di massima serie, poca fortuna ha avuto Maietta (Empoli), vittima di un fastidioso infortunio muscolare. Nelle tre sfide giocata dalla squadra toscana, si è visto solamente per 54’ in Torino-Empoli, terminata sul risultato di 3-0 per i padroni di casa.

SERIE B

La serie cadetta, tradizionalmente “casa” di molti ex peloritani, ha dovuto rinunciare, per vari motivi, a molti calciatori con trascorsi sullo Stretto. Nocerino (Benevento), Crimi (Spezia) e Ragusa (H.Verona), giusto per fare qualche nome, hanno guardato le sfide delle rispettive compagini da panchina e tribuna. Il più presente, in questo trittico di partite, è stato Citro (Venezia): per lui, però, due scampoli di gara e due sconfitte, inflitte ai lagunari da Cosenza e Pescara tra diciassettesima e diciottesima giornata. Nelle sfide del 27 dicembre, però, è arrivata una buona notizia: dopo un lungo infortunio, infatti, è tornato in campo Adriano Montalto (Cremonese), che al 74’ ha preso il posto di Croce in Brescia-Cremonese 3-2. Nell’ultima giornata, invece, l’unico ex Messina in campo è stato Martinelli (Foggia), che ben si è disimpegnato nella sfida tra satanelli e H.Verona, terminata 2-2.

SERIE C

Nel girone A timbra il cartellino, per ben due volte, Loris Damonte (Albissola), andato a segno sia contro l’Alessandria che contro l’Olbia. Un solo punto, però, è giunto in Liguria, frutto dal pareggio esterno contro i sardi. Nel girone B, invece, torna tra i marcatori Flavio Lazzari (Vis Pesaro), autore dell’1-1 nella sfida contro il Giana Erminio, valevole per la diciannovesima giornata di campionato. Nel girone C, infine, si rivede l’ex CdM Filippo Tiscione (Siracusa), che mitiga il passivo degli aretusei a Catanzaro, sconfitti per 3-1. Nella diciannovesima giornata vanno a segno anche Rosafio (Cavese) nel 2-0 dei campani contro il Bisceglie e Saraniti (Viterbese), che mette lo zampino nella vittoria dei suoi contro la Paganese.