Ex Messina: poche apparizioni in A e B, Giorgione timbra il cartellino in C

In Gozzano-Como, Demiro Pozzebon fallisce il calcio di rigore che avrebbe mandato in vantaggio i padroni di casa, poi sconfitti per 0-2
03.09.2019 22:49 di Marco Boncoddo Twitter:    Vedi letture
Unico ex Messina in campo in A
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Unico ex Messina in campo in A

Dopo la sbornia delle prime due giornate di campionato, animate da partite folli e ricche di emozioni, le due serie maggiori vanno in vacanza, lasciando spazio alle selezioni nazionali, impegnate nelle qualificazioni europee. La stagione, purtroppo, sembra iniziata con lo stesso trend degli anni scorsi: il Messina degli Sciotto rimedia figuracce in giro per la Sicilia e gli ex peloritani, diffusi tra i club dello stivale, faticano a trovare spazio nelle loro squadre di appartenenza.

Nella massima serie, però, l'inossidabile Sergio Floccari, ormai vicinissimo a spegnere 38 candeline, continua a tenere alto il vessillo giallorosso. Nonostante l'età, infatti, è l'attaccante di Nicotera ad essere mandato in campo da mister Semplici per far rifiatare la squadra. Purtroppo, in quel di Bologna, la Spal dell'ex giallorosso ha dovuto cedere le armi al 93', a causa di una precisa zuccata di Soriano.

In serie B aumentano, rispetto alla passata stagione, i calciatori che hanno indossato la gloriosa casacca biancoscudata, anche se non tutti hanno calcato il manto erboso nell'ultima giornata. In Frosinone-Ascoli, terminata sul risultato di 2-1 per i padroni di casa, Nicola Citro è stato premiato da mister Nesta con una maglia da titolare ma, purtroppo per lui, non è riuscito ad incidere nel modo giusto. Dopo l'ora di gioco, infatti, è stato sostituito da un altro ex peloritano, Federico Dionisi. Nella sfida tra Juve Stabia e Pisa, vinta dai toscani con il risultato di 0-2, sono rimasti in panchina sia Damiano Lia, ingaggiato in estate dalle vespe, sia Nicolas Izzillo, alla terza stagione tra le fila nerazzurre. Solo 14', invece, per l'attaccante Matteo Brunori Sandri, inserito da Zauri al posto di Tumminello nella vittoria casalinga del Pescara contro il Pordenone. In pochi, forse, lo ricorderanno, visto che l'italo-brasiliano passò pochissimi giorni a Messina, nell'agosto del 2016.

Parte dalla panchina anche Marco Crimi, appena tornato all'Entella dopo l'anno in prestito alla Spezia. Il calciatore messinese, infatti, ha sostituito Morra al 67', inserendo forze fresche a centrocampo nel controllo della partita, vinta dai liguri per 0-1 in quel di Cremona. Stessa sorte per Adriano Montalto, che ha esordito con la maglia del Venezia dando un dispiacere al “suo” Trapani, lui che è nato ad Erice ed ha militato nella società granata nel 2015-16. Domenico Maietta, all'Empoli da tre stagioni, è rimasto in panchina nel pareggio per 1-1 tra i toscani ed il Chievo.

In serie C, l'unico ex giallorosso ad inserire il proprio nome nel tabellino dei marcatori è stato Carmine Giorgione, ormai punto fermo del centrocampo dell'Albinoleffe, fermato in casa dalla Pro Patria. Nel giorone B, invece, Demiro Pozzebon ha fallito un calcio di rigore che avrebbe potuto mandare in vantaggio il Gozzano, poi sconfitto a domicilio dal Como per 2-0.