Ex Messina: si rivede Stefani, buona prova per Montalto

Torna in campo il difensore centrale del Messina dei Lo Monaco, nella sfida tra ramarri ed il Trapani. L'erecino, invece, lotta per i lagunari nel pari di Ascoli
05.11.2019 11:00 di Marco Boncoddo Twitter:    Vedi letture
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
Ex Messina: si rivede Stefani, buona prova per Montalto

C'è tanta serie cadetta per gli ex calciatori del Messina che, a vario titolo, dimostrano un innegabile feeling con il secondo livello nazionale, dal quale la città dello Stretto, però, manca da ben 12 stagioni. Come di consueto, Sergio Floccari (Spal, voto 5,5) è l'unico ex biancoscudato a calcare i campi della serie A. Inizialmente in panchina, mister Semplici lo getta nella mischia sul risultato di 0-0 ma, senza nessuna palla da giocare, viene controllato dagli avversari doriani, che poi conquisteranno la vittoria grazie ad una rete a tempo scaduto.

In Spezia-Chievo 0-0, invece, cerca di farsi vedere Antonino Ragusa (Spezia, voto 5,5) ma, purtroppo, il ragazzo di Giardini non riesce ad imprimere il proprio timbro sul match. A parte qualche assist ed un tiro fuori misura, infatti, combina ben poco, nonostante la grande forza di volontà. Pessima giornata, nei fatti, per Domenico Maietta (Empoli, voto 5), impegnato a fermare i giallorossi del Benevento. Il risultato, però, dà ampiamente ragione ai ragazzi di Pippo Inzaghi, che passano, in casa, con un secco 2-0. Si vede poco, invece, Federico Dionisi (Frosinone, voto 5,5), poco assistito dai suoi compagni, in Cittadella-Frosinone 0-0. La partita scivola via tra pochissimi sussulti e lui, disperso tra il centrocampo e l'area dei veneti, non può far altro che soffrire in silenzio, con pochissimi palloni da giocare.

Si rivede, dopo parecchio tempo, Mirko Stefani (Pordenone, voto 6), gettato nella mischia da Tesser a 10' dal termine. I ramarri, in vantaggio per 2-1 sul Trapani, hanno chiesto aiuto all'esperienza dell'ex giallorosso che, nonostante l'assenza prolungata dai campi da gioco, ha mostrato sicurezza nei pochi minuti passati sul rettangolo verde. Buona la prova, infine, di Adriano Montalto (Venezia, voto 6,5): nonostante non abbia messo la firma sul tabellino dei marcatori, infatti, ha tenuto costantemente in affanno la difesa dell'Ascoli, che non ha potuto concedersi un attimo di pausa. Proprio al termine, infatti, i difensori marchigiani hanno ceduto di schianto, concedendo a Zigoni la rete del definitivo 1-1. Nessuna rete “giallorossa”, invece, nel campionato di terza serie.