Gli ex Messina in campo nel weekend

 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 437 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Gli ex Messina in campo nel weekend

SERIE A

CRIMI (CARPI) 5,5 – In leggero appannamento rispetto alle scorse prestazioni, affronta con coraggio lo strapotere della linea mediana partenopea. Cerca di aggredire i portatori di palla azzurri ma, a volte, si lascia trasportare dall’agonismo, regalando pericolose palle piazzate agli avversari. Finisce nella lista dei cattivi rimediando un giallo. Stanco.

FLOCCARI (BOLOGNA) 6,5 – Entra subito dopo il pareggio di Giaccherini, per tenere palla in una fase concitata del match. Ci riesce abilmente, dando ragione a mister Donandoni. Prezioso.

MAIETTA (BOLOGNA) 6,5 – L’allenatore felsineo gli toglie un po’ di naftalina dalle spalle e gli regala una maglia da titolare. Lui, che ha fatto dell’affidabilità la sua bandiera, lo ripaga con una prestazione diligente e senza sbavature. Attento.

SERIE B

STORARI (CAGLIARI) 6 – Dopo alcune giornate di intenso lavoro, torna a rilassarsi un po’. L’Entella non punge ed i suoi compagni fanno buona guardia alla porta del Cagliari. Sereno.

COSTA FERREIRA (ENTELLA) 4,5 – Brutta partita per il “CF7” giallorosso. Sparacchia strane traiettoria dalla trequarti, non riuscendo mai ad accendersi come è solito fare. Viene sostituito all’80’ per “manifesta svagatezza”. Matita rossa.

CALAIO’ (SPEZIA) 6,5 – Abbandona i panni del killer per vestire quelli dell’uomo-squadra. Dopo l’espulsione di Pulzetti, infatti, lotta come un leone sulla trequarti, aiutando i compagni a difendere, senza abbandonare i suoi compiti da punta. Imprescindibile.

PESTRIN (SALERNITANA) 6,5 – Dopo un paio di turni da spettatore, rientra in una delle partite più delicate della stagione con naturalezza e decisione. Lotta su tutti i palloni, ringhiando alle caviglie degli avversari abruzzesi. Finisce la partita senza rimediare un cartellino e questa, forse, è la novità più importante. Ritorno.

M.COPPOLA (TERNANA) 5 – Dov’è finito il rigido frangiflutti della prima parte della stagione? Si perde avversari e palloni come una rete a maglie larghissime e collassa insieme ai suoi compagni. Svagato.

MONTALTO (TRAPANI) 6,5 – Si sbatte continuamente per trovare il gol e, grazie ad perfetto assist di Nizzetto, riesce a trovare la marcatura tanto agognata. La maglia da titolare, ormai, gli spetta di diritto. Promessa.

GIOSA (COMO) 5,5 – Dopo il doppio vantaggio sembra rilassarsi oltremodo, lasciando più campo agli avversari che, puntualmente, trovano il pareggio. La sua esperienza è fondamentale per il gruppo, forse dovrebbe avere più consapevolezza del suo ruolo di chioccia. Tra le nuvole.

RIZZO (PERUGIA) S.V. – Entra all’81’ di un match che non ha molto da dire. Ingiudicabile.