Gli ex Messina in campo nel weekend

 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 494 volte
© foto di Federico Gaetano
Gli ex Messina in campo nel weekend

SERIE A

FLOCCARI (BOLOGNA) 4,5 – Entra al 46’ per aumentare il peso offensivo di un Bologna spuntato ma, purtroppo, riesce a uccidere qualsiasi pallone passato dalle sue parti. In pieno calo rispetto alle prime prestazioni in maglia felsinea. Desaparecido.

MAIETTA (BOLOGNA) 6,5 – Rischiamo di diventare ripetitivi ma la sua presenza granitica ha registrato la difesa emiliana. La banda di Donandoni subisce poco, soprattutto per merito suo. La sua esperienza non lascia scampo agli attaccanti del Carpi, tenuti lontani dalla porta di Mirante. Gladiatore.

CRIMI (CARPI) 6,5 – La solita sostanza in mezzo al campo, condita da grinta e qualità. Rimedia un cartellino giallo per eccesso di foga ma contribuisce a mantenere inviolata la sua porta. Grande avvenire.   

SERIE B

STORARI (CAGLIARI) 6,5 – Da un po’ di tempo a questa parte i suoi compagni hanno deciso di farlo lavorare parecchio. Lui non si tira indietro, facendosi trovare pronto sempre e comunque. Grazie alle sue parate, che evitano il tracollo, il Cagliari porta a casa un punto estremamente prezioso. Pedina importante.

COSTA FERREIRA (ENTELLA) 6 – Poco spazio per lui, inserito da Mister Aglietti solamente al 76’ Tiene palla mettendo al sicuro il risultato. Vittima del turn over.

CALAIO’ (SPEZIA) 5 – Cosa è successo all’implacabile bomber della serie cadetta? Dopo la strepitosa doppietta al Livorno sbaglia lo sbagliabile, calciando a lato palloni che, in altri tempi, avrebbe mandato in fondo al sacco. Appannato.  

M.COPPOLA (TERNANA) 6 – Partita da veri gladiatori e lui, naturalmente, si trova catapultato nel suo elemento. Battaglia a centrocampo come un forsennato, uscendo dal campo sconfitto ma con l’onore delle armi. Grintoso.  

MONTALTO (TRAPANI) S.V. – Entra al 90’ per sostituire uno stanchissimo Citro. Ingiudicabile.

GIOSA (COMO) 6,5 – Ci mette cuore e passione, cercando di fermare gli attaccanti del Latina con tutti i mezzi, sia leciti che irregolari. Si becca, infatti, una pesante ammonizione per eccesso di foga. Abbandona la contesa, stremato, al 70’. Soldato.

RIZZO (PERUGIA) 6,5 – Il trottolino messinese potrà raccontare, un giorno, di aver vinto entrambi i derby umbri da protagonista. Sempre nel vivo dell’azione, non lascia neanche un centimetro alla linea mediana rossoverde. Come di consueto si spinge in avanti, mettendo in difficoltà la retroguardia ternana. Perno.