Gli ex Messina in campo nel weekend

Approfondimento settimanale sui calciatori delle due serie maggiori che hanno vestito la maglia biancoscudata
 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 357 volte
Antonino Ragusa (Sassuolo)
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Antonino Ragusa (Sassuolo)

SERIE A 

STORARI (CAGLIARI) 4 – Giornata nerissima per l’estremo difensore sardo. Si fa sfuggire, forse ingannato dalla traiettoria, la punizione di Verdi, che consegna il vantaggio al Bologna. All’inizio del secondo tempo, poi, si fa espellere in maniera sciagurata, lasciando in dieci i suoi. Paperoga.

RAGUSA (SASSUOLO) 5,5Di Francesco gli regala una maglia da titolare ma, obiettivamente, non era la partita giusta per mettersi in luce. Dal suo lato non si passa e, nonostante arretri spesso per cercare la sfera, la muraglia bianconera gli intima di riprovare nella prossima gara. Ritenta, sarai più fortunato.

SERIE B

CICIRETTI (BENEVENTO) 8 – Stellare. Gioca a ridosso di Ceravolo con grande disinvoltura, scambiandosi la posizione e duettando con Falco. Fa ammattire la difesa veronese, prima di trafiggere il portiere scaligero per il gol della sicurezza. Campione.

CRIMI (CARPI) 6,5 – La posizione più avanzata gli permette di puntare spesso la porta. Come un moto perpetuo, il ragazzo messinese imposta con sapienti lanci e poi si fa trovare pronto in zona d’attacco, tentando anche gesti tecnici di una certa levatura. Non porta punti alla sua squadra ma è già diventato determinante per il gioco degli emiliani. Risorsa.

SURRACO (TERNANA) 6,5 – Entra al 68’ e regala diverse accelerazioni pericolose. Carbone, probabilmente, vuole utilizzare la sua freschezza a partita iniziata ma, forse, potrebbe inserirlo con qualche minuto d’anticipo. Sacrificato.

RIZZO (VICENZA) 5,5 – Si spegne anche lui nel bel mezzo di una partita soporifera. Si fa vedere nel primo tempo, poi abbandona la contesa come gli altri 21. Addormentato.

MONTELLA (PISA) S.V. – Entra al 90'al posto di Mannini. Ingiudicabile.