Gli ex Messina in campo nel weekend

Approfondimento settimanale sui calciatori delle due serie maggiori che hanno vestito la maglia biancoscudata
 di Marco Boncoddo Twitter:   articolo letto 163 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gli ex Messina in campo nel weekend

SERIE A

STORARI (CAGLIARI) 6 – La difesa, stavolta, regge bene, complice la mediocrità degli avversari. Normale amministazione per lui. Rimedia un'ammonizione al 78' per perdita di tempo. Relax.

RAGUSA (SASSUOLO) 5Di Francesco lo inserisce a 10’ dal termine al posto di Terranova, per cercare di riequilibrare il match contro la Lazio. Aggiunge confusione e spreca alcune palle importanti. Sembra aver perso punti nelle gerarchie del tecnico emiliano. Confuso.

FLOCCARI (BOLOGNA) 5,5 – Lanciato nuovamente titolare, abbandona la contesa al 58’, lasciando spazio a Sadiq. Lavora sempre molto per la squadra, ma la fase offensiva lascia assolutamente a desiderare. E per un attaccante, naturalmente, non è il massimo. Crisi d’identità.

SERIE B

CICIRETTI (BENEVENTO) 7 – Torna sugli standard d’inizio stagione. Fa ammattire la difesa dello Spezia, tentando costantemente la via della rete. Serve un assist al bacio per Chibsah, bravo nel trasformare il cross nella rete della vittoria. Unto dal dio del calcio.

LAZZARI (ASCOLI) 6,5 – Probabilmente, un maleficio di un certo livello grava su questo ragazzo. Abbandona la contesa al 65’, a causa dell’ennesimo infortunio in una carriera disgraziata, dopo aver fatto vedere qualcosa di buono. Foramalocchiu!

CRIMI (CARPI) 5,5Castori lo riporta in cabina di regia, lasciandolo libero di inventare. Stavolta produce solo conclusioni deboli e prevedibili, in un pomeriggio di grigiore generale. Pausa.

RIZZO (VICENZA) 4,5 – Si fa espellere prima della ripresa, abbandonando i compagni già sotto di tre reti. Probabilmente non sarebbe cambiato nulla ma, almeno, avrebbe evitato la squalifica. Follia giovanile.

MONTELLA (PISA) 5 – Davvero nulla da registrare. Nonostante la nuova occasione da titolare, passeggia per il reparto avanzato senza pungere mai. Non gli arriva nessun pallone giocabile, è vero, ma preferisce nascondersi tra i fili dell’erba dell’Arechi senza reclamare quel che gli spetterebbe. Ectoplasma.

COSTA FERREIRA (ENTELLA) 6,5 – Riassaggia sempre di più l’erba, giocando gli ultimi venti minuti della trionfale sfida con il Brescia. Fa in tempo a servire un assist al bacio per il poker di Tremolada. CF7.