Emis Killa e gli Eiffel 65: il gran ballo dell’Olimparty Messina

Una folla in festa si è scatenata sulle note dei due artisti. Nel pomeriggio le premiazioni dei tornei e l’energia del fitness. Finanze: «È stato un successo». Gli Eiffel:«Messina come il Festivalbar»
05.08.2018 12:05 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 542 volte
Emis Killa e gli Eiffel 65: il gran ballo dell’Olimparty Messina

Rimangono le facce felici della gente, le gole consumate da canzoni senza età. Fotografia che il “domani non cancellerà”, come hanno cantato gli Eiffel 65 a cui è bastato passare i pezzi per infiammare una platea in delirio. La settima edizione del “Messina Olimparty”, kermesse di sport e musica da spiaggia, organizzata dalla “Mediterranea Eventi Asd” si è conclusa superando ogni più rosea aspettativa. Le rime di Emis Killa, affilate e taglienti, hanno alzato decibel e temperatura, mentre il lido di Spiaggia d’Oro di Mortelle esplodeva in un delirio, degno del miglior “Maracanà”. Bisha, giovane artista locale, autore dell’inno ufficiale della manifestazione, ha aperto la serata di gala; dopo di lui, Braco ha preparato il terreno e ingannato un’attesa progressivamente più lancinante e per qualcuno iniziata, addirittura, al mattino. La cartolina più bella la spediscono gli artisti: «Sembra di essere al Festivalbar, l’entusiasmo è stato travolgente», ha commentato Gianfranco Randone voce degli Eiffel 65, gruppo storico che, a cavallo del millennio, ha fatto ballare l’Europa, spingendosi al di là dell’Oceano Atlantico. Gli fa eco il dj Maurizio Lobina: «Messina è stata splendida, un’immagine che terremo dentro. Il nostro è sicuramente un arrivederci».

Casse pompate e coppe sollevate al cielo. L’ultimo giorno di un Olimparty che ha superato le settemila presenze è stato anche quello delle premiazioni. La mattinata, trascorsa in acqua, ha battezzato lo swim run, disciplina di corsa e nuoto che nella categoria Gold ha decretato vincitori Tomasello tra gli uomini e Andronico tra le donne. Staffetta, invece, alle coppie Fazio-Torre e Prisutti-Raiti. Tra i giovani, i migliori si sono rivelati Gabriele Di Pastena e Cristian Molonia. Hanno chiuso il cerchio gli under 8: Olga Pietrafitta per le bimbe e Ivan Molonia per i ragazzini. Campioni assoluti di calcio balilla e tennis tavolo sono stati, rispettivamente, Samuele Saitta e Santi Dan, a loro il merito di essersi imposti nelle partite tra i vincitori dei tornei di giovedì e venerdì. Sotto rete, il beach volley rivendica il suo ruolo di protagonista assoluto e consacra l’Azerbaigian nel 4x4 misto e la coppia formata da Margherita Cavaro e Manuela Malerba nel 2x2 femminile. Mare sugli scudi anche nel pomeriggio, quando l’As Soreta si è regalata la gioia del primato nella waterpolo. Completano il podio Fc Foggia e Menza ca Panna. I leoni del rugby non si sono risparmiati, tenendo fede ad un dna di lottatori, meglio di tutti hanno fatto i Cavalieri. A canestro, le bravissime cestiste del Guardia-là hanno sbaragliato la concorrenza, #Pomi e Two Beer si sono dovute accontentare così delle posizioni di rincalzo. Patatinaikos, Blow Team e Quelli dell’Appuntamento in Fiera, in rigoroso ordine hanno conquistato i piazzamenti di rilievo nel basket maschile. Classe e tecnica: nel footvolley brinda Un Quarto di Maffo, medaglia d’argento per i Maritozzi. Ci sono voluti i rigori per conoscere i re del beach soccer, i Torelli l’hanno spuntata in un match tiratissimo e inchiodato sullo 0-0 fino al termine dei tempi regolamentari. A farne le spese SportMe. I risultati di tutte le competizioni potranno, comunque, essere consultati sul sito eventi.livinplay.com.

Gil Lopes, tre volte campione mondiale di aerobica, è stata la star di un intenso pomeriggio di fitness: jazzercise, fitrebound, groups sparring, ad ognuno la sua passione.

Fuochi d’artificio in cielo, sipario calato e immancabile nostalgia, sentimento tipico quando eventi di tale portata scrivono il loro epilogo. Nessun dramma però, perché il prossimo appuntamento è già in agenda, cerchiato in rosso: il 22 agosto la macchina organizzativa sbarcherà in Calabria, a Palmi, per un esordio assoluto e tutto da scoprire. Giusto qualche giorno per tirare il fiato e si virerà su Milazzo, dove il 7 settembre sarà di scena il Parolimparty e anche qui si parla di novità. La fatica è sentimento estraneo allo staff, parola del presidente della” Mediterranea Eventi asd” Alfredo Finanze: «Ci riposeremo il necessario ma siamo già proiettati al futuro. I risultati ci dicono che la via è corretta, abbiamo registrato complessivamente 800 iscritti nei vari sport: è un immenso successo. Con questi numeri, il bilancio non può che essere strapositivo. In cantiere i progetti sono tanti, confidiamo nell’aiuto di sindaco e amministrazione per predisporre la prossima edizione. Giocare d’anticipo sarà fondamentale per alzare ulteriormente l’asticella».

Insomma, non ci si annoia mai. Poi non dite che non vi avevamo avvertito.