Festa Sporting Atene al Despar Stadium: vittoria per 3-1 sul Real Ritiro

La compagine di mister Gabriele Patti conquista il titolo provinciale, secondo consecutivo per l'ex Gescal. Amarezza in casa Real Ritiro che cade all'ultima curva dopo una bellissima stagione
19.05.2019 17:30 di Francesco Morabito Twitter:    Vedi letture
Spanò e Mangano
Spanò e Mangano

Al Despar Stadium arriva il terzo 3-1 della stagione tra Sporting Atene Messina ed il Real Ritiro ma quest'ultimo risultato vale il titolo provinciale ai bianconeri del duo presidenziale Spanò-Mangano. Fischietto della finale affidato a Riccardo Morabito della sezione di Messina. I ragazzi di mister Pietro Muscarà si schierano con il solito 4-2-3-1 con Tavilla in porta; in difesa Andronico, Caroleo, Ficarra, Bruno, a centrocampo Nicolosi e il capitano La Mantia; dietro a Valveri, unica punta, Venuto e sulle fasce Currò e De Luca mentre dall'altro lato mister Gabriele Patti si schiera con il suo solito 4-3-3 con D'Andrea tra i pali, linea difensiva composta da capitan Ceraulo, La Fauci, Restuccia, Lopes; a centrocampo Rosano, Bazemo, Sorbara; avanti il tridente Ficarra, Ruggeri e Ousene. Da sottolineare la bellissima cornice di pubblico che ha accompagnato per tutti gli ottanta minuti i giocatori in campo. 

Lo Sporting Atene Messina comincia alla perfezione con Ousene vera spina nel fianco del duo fisico ma lento Caroleo-Ficarra. Proprio il numero nove al 5' sblocca il match con una bella girata dentro l'area, Tavilla non può nulla e vantaggio Sporting Atene Messina. Il Real Ritiro non riesce a creare pericoli dalle parti di D'Andrea poichè a centrocampo la grande fisicità e corsa di Bazemo e Sorbara non fa giocare con spensieratezza il fantasista Venuto. Ad andare vicino alla rete è lo Sporting Atene ma Tavilla o l'imprecisione sotto porta salva il Real Ritiro. A pochi minuti dal termine Marco Valveri ristabilisce la parità: grande azione personale di Riccardo Currò sulla fascia, palla messa al centro, D'Andrea e compagni non si capiscono e la palla rimane sui piedi del numero undici arancio che porta il risultato sul 1-1. L'emozioni non finiscono poichè Sorbara decide di colpire l'incrocio dei pali da una punizione da lontanissimo, incredulità in tutto il Despar Stadium per la facilità di calcio del numero quattro dalla lunghissima distanza. Termina la prima frazione sul 1-1: vantaggio di Ousene, pareggio di Valveri.

Mister Patti ed i suoi ragazzi rientrano in campo dagli spogliatoi dopo neanche cinque minuti dopo il duplice fischio del signor Morabito mentre mister Muscarà si prende tutto il tempo necessario. Si riparte e dopo due minuti di gioco l'estremo difensore arancio salva i suoi sul tiro ravvicinato di Ousene mentre è bravissimo Alessio Bruno a salvare sulla linea la ribattuta di Ruggeri. Passano pochi minuti, Sorbara viene servito da Ousene, supera La Mantia e scaglia dal limite una conclusione fortissima che batte Tavilla ed è nuovo vantaggio Sporting Atene Messina. Il Real Ritiro subisce il colpo e dopo una decina di minuti Ceraulo e compagni firmano il tris con Ficarra, con un bel colpo di testa su un assist al bacio del solito Sorbara. Lo Sporting Atene continua a macinare e Ficarra sciupa l'occasione della doppietta personale. Mister Muscarà butta nella mischia Foresta al posto di De Luca, fuori gara il numero nove per quasi tutto l'arco del match. Il tempo scorre ma il risultato non si schiota sul 3-1 e dopo sei minuti di recupero il direttore di gara Riccardo Morabito fischia per tre volte. Parte la festa sul campo da parte dei giocatori e di tutto lo staff bianconero.

All'uscita dal campo tanti applausi per il Real Ritiro del presidente Giovanni Tavilla da parte di tutti i sostenitori mentre missione compiuta per mister Gabriele Patti che porta al prossimo campionato regionale lo Sporting Atene Messina, seconda promozione personale per il giovane allenatore messinese.