Morte Farinella, aperta un’inchiesta per omicidio colposo

Atto dovuto dopo l’autopsia richiesta dai familiari
06.06.2019 17:40 di Antonio Billè Twitter:    Vedi letture
Morte Farinella, aperta un’inchiesta per omicidio colposo

Il sostituto procuratore Pietro Vinci ha aperto un fascicolo per “omicidio colposo” in merito alla morte di Santo Salvatore, per tutti Farinella, storico presidente dei Nocs scomparso la scorsa settimana. Già iscritto nel registro degli indagati un medico, ma ciò corrisponde a un atto dovuto, considerato che poco prima del funerale era stata eseguita l’autopsia sul corpo di Salvatore.

Adesso si attende l’esito dell’esame autoptico richiesto dai familiari che, attraverso l’avvocato Salvatore Silvestro, hanno presentato una denuncia ripercorrendo gli ultimi mesi di vita del congiunto. Farinella era stato operato lo scorso 15 gennaio all’ospedale di Taormina per l’asportazione di un tumore alla gola e fu dimesso dopo un mese.

A Farinella fu applicata una cannula che gli permetteva di respirare, ma ha continuato ad accusare difficoltà respiratorie anche prima dell’estrazione della stessa cannula, tanto che spesso si era recato in ospedale per accertamenti. Il 30 maggio, infine, l’ennesima crisi respiratoria e l’inutile corsa verso il pronto soccorso.

Al funerale, svolto al Duomo martedì, hanno partecipato tanti tifosi del Messina, con il corteo che alla fine si è diretto al Celeste, dove Farinella ha ricevuto l’ultimo saluto dai suoi più stretti compagni di Curva.