Valdinisi, Fabio Renzo: "Siamo orgogliosi del miglioramento dei ragazzi, è il nostro compito"

Il dirigente ionico è apparso molto contento e soddisfatto del lavoro dei suoi ragazzi e dei collaboratori nel campionato Giovanissimi e in quello Allievi Provinciali, dopo la gara con il Real Ritiro
 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 413 volte
Le giovanili del Valdinisi
Le giovanili del Valdinisi

Dopo la gara tra Valdinisi e Real Ritiro, valevole per la Tredicesima Giornata del campionato Giovanissimi Provinciali, si è messo a disposizione, per i microfoni di Messina nel Pallone e WeSport Eventi&Servizi, per commentare in parte la gara persa per 1-3 ma anche del futuro dei giovani in casa Valdinisi, il dirigente Fabio Renzo.

"Sono soddisfatto della prestazione dei ragazzi e dei passi avanti che stanno facendo grazie,soprattutto,al lavoro dei mister. Non dobbiamo dimenticarci che siamo un settore giovanile che si è messo in moto solo da Settembre. La gara è stata ben giocata, producendo diverse palle gol ma arriva sempre l'episodio a sfavore che mette in salita la partita e questa è un po' l'immagine attuale del nostro campionato. L'inizio è sempre difficile, visto che i nostri ragazzi alle spalle non hanno mai avuto un'esperienza con scuole calcio ma si stanno ambientando bene e si stanno mettendo in gioco e per questo siamo già contenti così. Lo staff si sta impegnando seriamente e già si vedono i miglioramenti rispetto a qualche mese fa, il nostro progetto e portare questi ragazzi ad affrontare la categoria superiore già pronti. La sconfitta contro il Real Ritiro è lo specchio dei nostri sforzi poichè una gara del genere all'andata sarebbe finita con un gap maggiore. Bisogna lavorare sulla testa dei ragazzi rispetto all'aspetto tecnico tattico però non molliamo sia con i Giovanissimi che con gli Allievi. Stiamo lavorando sulla struttura, sull'organizzazione ed il nostro obiettivo che ci siamo prefissati per i prossimi due anni. Ho preferito non soffermarmi più di tanto sulla gara poichè non serve per il lavoro che facciamo poichè il nostro compito è un lavoro che guarda in prospettiva per la società e i ragazzi.