Mercato 2019: il Camaro "libera" un vero e proprio tesoretto

Tanti gli ex calciatori neroverdi finiti sul mercato dopo la rinuncia della società all'Eccellenza, tra affari già definiti, sogni e trattative avviate
11.07.2019 18:24 di Giuseppe Fontana Twitter:    Vedi letture
Mercato 2019: il Camaro "libera" un vero e proprio tesoretto

Il mercato entra nel vivo e l'estate 2019 sarà ricordata per la grande, enorme mole di giocatori che cambieranno casacche e categorie. Il cambiamento e il maggior numero di movimenti che si sono registrati e si registreranno in tutto il territorio messinese hanno una ragione ben precisa: il Camaro saluta l'Eccellenza e apre un vero e proprio forziere da cui attingere. Il tesoretto neroverde ha cognomi precisi: Cappello, Mondello, Munafò, Paludetti, Cammaroto, Morabito, Campo, Falcone, ma anche Ginagò, Cardia, Arena e Genovese, questi ultimi già ufficializzati da giorni da Milazzo e Città di Sant'Agata

Partiamo dai due capitani. Cappello e Mondello sono stati senza dubbio alcuno (e senza offesa per gli altri) i veri simboli della risalita del Camaro fino all'Eccellenza. Uno in cinque stagioni e l'altro in quattro hanno guidato i neroverdi a suon di gol (fatti e/o fatti fare) e ora sono tra i pezzi pregiati del calciomercato estivo messinese. E così Cappello è accostato ad un Atletico Messina (ma non solo) che ha in testa l'idea di saltare ancora dopo aver appena raggiunto la Promozione, mentre Mondello farà le fortune dell'Igea 1946 di Mimmo Moschella, che da avversario l'ha affrontato più volte e ne conosce perfettamente le caratteristiche di terzino-goleador. Due super colpi, così come quello che andrà a ufficializzare a breve la Valdinisi. Con qualche mese di ritardo rispetto allo scorso dicembre (quando sembrava fatta), il centrocampista Ciccio Munafò ha raggiunto l'accordo con la società del presidente Basile e sarà il perno su cui ruoterà l'ambizioso progetto dei neo-promossi. 

Altro "svincolato" di lusso è Marco Paludetti, calciatore che tre stagioni fa era in Prima Categoria con l'Atletico Messina e che poi è stata una vera e propria scommessa vinta tra Promozione ed Eccellenza. Le chiamate per il centravanti non mancano, ma bisognerà capire chi sarà il miglior offerente in grado di convincere l'attaccante. E proprio all'Atletico, quattro stagioni fa, c'era anche Daniele Morabito, dato vicinissimo al ritorno in maglia biancoazzurra. Il centrale difensivo per motivi lavorativi non si allontanerà da Messina e il progetto Atletico, con Edoardo Bonsignore che sarà ai box per diversi mesi, ha bisogno di un difensore serio e pronto come lui, che al suo fianco potrebbe anche ritrovare un altro perno dell'ormai ex difesa neroverde: Fabio Campo. Leader silenzioso, Campo sarebbe un altro importante colpo per ogni pacchetto arretrato. E poi c'è Giovanni Cammaroto, altro perno difensivo nell'ultima stagione, "sognato" da tante squadre. Su questi nomi occhio anche al Villafranca Messana. 

Sfogliando ancora la margherita, arriviamo a un altro importante (forse fondamentale) elemento del Camaro delle ultime due stagioni: Angelo Falcone. Il classe '98 ha stupito tutti da juniores e si è ripetuto da over, diventando un simbolo di equilibrio tattico tanto con Ferrara quanto con Lucà. E proprio gli occhi di Ferrara sarebbero addosso alla duttile mezzala, vicina al Città di Sant'Agata (dove ritroverebbe Paolo Genovese, già ufficializzato), ma da non sottovalutare l'interesse di altre formazioni del versante tirrenico. La scia di giocatori neroverdi che si accaseranno sulla sponda nord della provincia messinese continua con il centrocampista Giovanni Arena, già ufficializzato dal Milazzo, e l'attaccante Giovanni Petrullo, che potrebbe restare proprio ai milazzesi con cui ha disputato la seconda parte dello scorso campionato dopo la prima metà al Camaro ma non sono escluse chiamate in Eccellenza da altre formazioni nel catanese. 

Il tesoretto neroverde è ricco, senza contare i tanti juniores che hanno raggiunto le semifinali nazionali di categoria a suon di gol e vittorie (bomber D'Amico, prolifico classe 2000, vola in D, già annunciato dal Licata), e il mercato è ancora lungo: cosa ci riserverà la calda estate 2019? Qualcos'altro, senza passare dagli ex Camaro, possiamo dirvelo. Tavilla saluta la Valdinisi e viaggia verso Calatabiano, Codagnone resta in D ma con la maglia del Marina di Ragusa e a tal proposito non si spengono i riflettori sui tanti calciatori sponda ex Città di Messina (Bombara, Costa, Calcagno, Princi, Ferraù e tanti altri) in cerca di una sistemazione.