Messina, attesa per le decisioni del presidente Sciotto. Il futuro è iniziato

Il massimo dirigente peloritano giovedì dovrebbe tenere una conferenza stampa, ma le prime questioni riguardano le conferme o meno di Modica e Lamazza
08.05.2018 18:50 di MNP Redazione Twitter:   articolo letto 1779 volte
Messina, attesa per le decisioni del presidente Sciotto. Il futuro è iniziato

C’è grande fermento in seno alla tifoseria del Messina in vista della conferenza stampa che il presidente Sciotto dovrebbe tenere nella giornata di giovedì. Un appuntamento annunciato già lo scorso sabato, ma slittato di qualche giorno per un fastidioso problema di laringite che affligge il massimo dirigente della prima realtà calcistica cittadina.

I tifosi, che in verità hanno frequentato poco i gradoni del "Franco Scoglio" nel corso di quest’annata (mentre sono tantissimi quelli che amano puntare l’indice tramite i social network), vogliono scoprire i programmi futuri e l’idea di calcio che Sciotto ha in mente per il suo Messina, una creatura nata appena un anno fa e che, tra tante difficoltà strutturali e organizzative, ha chiuso il campionato di Serie D al sesto posto in classifica. Un piazzamento per il quale andrebbero evitati gli slanci d’orgoglio ascoltati nei giorni scorsi, ma che potrebbe non avere solo un valore simbolico in un eventuale discorso relativo al ripescaggio tra i professionisti.

Il doppio sorpasso effettuato proprio all’ultima curva su Gela e Acireale dà comunque la giusta dimensione del lavoro fatto dal tecnico Giacomo Modica e dal suo staff in poco più di 200 giorni in sella al Messina. L’uomo di Mazara del Vallo ha trovato tante macerie al suo arrivo: “Una città che non credeva nel progetto, un presidente mentalmente distrutto e una squadra allo sbando” ha detto il fido ds Francesco Lamazza dopo la goleada con l’Isola Capo Rizzuto. Un Messina che da ultimo si è ritrovato a margine della zona playoff e che, a tratti, ha anche dispensato del bel calcio, ma che per ambire a traguardi più importanti avrebbe avuto bisogno di qualche ulteriore innesto dal punto di vista tecnico e, soprattutto, di un’organizzazione societaria degna di questo nome.

Per questo, il primo punto all’ordine del giorno per il presidente Sciotto deve essere la conferma di Modica, del suo staff e del direttore sportivo Lamazza. Un gruppo che merita di guidare ancora il Messina per quanto fatto in questi mesi, ma che da solo non può ottenere di più. Se così non dovesse essere, di allenatori che ti facciano vincere il campionato di Serie D o che disputino un campionato tutto sommato tranquillo tra i professionisti, se ne trovano a decine. Tutti, però, necessiteranno di tre condizioni imprescindibili: squadra forte, organizzazione e solidità societaria, comandamenti dai quali non è possibile sfuggire. Per questo dovrebbe essere opportuno ripartire da un uomo affidabile e ambizioso come Giacomo Modica, anche perché il binomio con il presidente Sciotto potrebbe regalare grandi soddisfazioni.