1^- Il Calatabiano ferma la corsa dell'Atletico Messina: al Despar è 0-0

Pari a reti bianche a Bisconte nel penultimo turno di campionato.
14.04.2019 16:08 di Gregorio Parisi Twitter:    Vedi letture
1^- Il Calatabiano ferma la corsa dell'Atletico Messina: al Despar è 0-0

Come se fosse una colonna del Totocalcio, ma con un premio molto più prezioso: l'Atletico Messina ospita il Città di Calatabiano per fare 13 vittorie consecutive e mandare l'avversario di giornata a -11 in graduatoria, gap che consentirebbe ai biancoazzurri raggiungere la Promozione senza passare dai playoff. Nella penultima di campionato al Despar clima autunnale con rischio pioggia; fischio d'inizio alle 16, arbitra il fischietto siracusano Emanuele Orlandi.

La cronaca
Primo tempo
: Si comincia. Atletico che si schiera con il completo del Camaro, a causa della somiglianza cromatica della prima divisa con quella degli ospiti. Primo brivido al 2' con l'imbucata di Rizzo per Lo Iacono, conclusione ribattuta da La Fauci ma era offside del numero 11 catanese. Fasi iniziali ovviamente combattute vista la posta in palio. Ospiti aggressivi che non vogliono lasciare spazio ai locali dati i due risultati a disposizione per inseguire l'obiettivo playoff. All'8' Sowe non dà forza di testa, trenta secondi dopo è più pericoloso De Tommasi con un destro che si perde di poco a lato, ma anche in questo caso Orlandi aveva rilevato una posizione di fuorigioco. Ammonito Cucinotta all'11' per un intervento in ritardo su Lu Vito al limite dell'area. Della punizione si incarica Barresi, la barriera devia fuori ma l'ultimo tocco è ospite. Naccari inverte De Tommasi e Sowe e proprio il giovane numero 4 mette il turbo al quarto d'ora, mettendo in mezzo un pallone però calibrato male dopo un ottimo spunto personale. Cinque minuti dopo pecca d'egoismo De Tommasi che cerca la conclusione personale da lontanissimo invece di cercare sulla destra Sowe che era pronto a scattare verso la porta. Passata senza particolari lampi la mezz'ora. L'Atletico sembra aver preso un po' le distanze in fase difensiva ma ancora davanti non riesce a distendersi. Allo scoccare del 36' arriva la prima vera occasione per i locali con Sowe che appoggia di petto a Pagliaro, dal cuore dell'area il centravanti colpisce col destro e manda a lato di poco. Dall'altra parte tocca a Fatty rispondere con una punizione centrale che La Fauci al 41' blocca senza problemi. Spunta il sole nel frattempo al Despar. Concesso un minuto di recupero, all'inizio del quale Nicocia batte un corner cercando Cucinotta, di testa il difensore non trova la porta. Termina a reti bianche il primo tempo, meglio ai punti il Città di Calatabiano ma ci si aspetta un altro Atletico nella ripresa.

Secondo tempo: si riparte senza cambi. I primi cinque minuti della ripresa non riservano emozioni. Brivido al 6' con il destro a giro di Cantarella bloccato da La Fauci. Dall'altra parte ammonito Pagliaro per simulazione. Al 10' blackout Atletico con De Tommasi e Insana che pasticcino sulla sinistra perdendo palla, Riccina ne approfitta ma calcia alto. Arriva in modo quasi casuale un'occasione preziosa per i messinesi con Bonanno che scodella in mezzo dalla trequarti, Pagliaro non arriva a deviare e la sfera si perde fuori di poco. Sembra svegliarsi il match con Pagliaro che un minuto dopo trova sulla sua strada uno stoico Santoro a ribattere. Era rimasto a terra intanto Lu Vito, ma senza nessun intervento del signor Orlandi. Si rialza poco dopo il bomber catanese. Al quarto d'ora un rimpallo libera ancora Pagliaro, destro incrociato che diventa una sorta di tiro cross, Vecchio è battuto ma Caltabiano riesce a salvare. Sulle ali dell'entusiasmo break di Sowe sulla destra, Vecchio si salva ancora. L'Atletico cresce e su palla messa in mezzo da Calapaj Cucinotta esalta i riflessi dell'estremo difensore ospite che poi si salva anche sul tentativo di tap-in di Pagliaro. Ancora Atletico con Sowe che di testa manda a lato dopo una rimessa laterale lunga in area. Il classe 2000 resta a destra con l'ingresso di Libro per Pagliaro, il nuovo entrato va a sinistra con De Tommasi centravanti. Gli uomini di Naccari ci mettono più volontà del primo tempo ma faticano a giocare il solito calcio. Al 27' Libro carica il destro da piazzato senza inquadrare lo specchio. Alla mezz'ora Cenci ci prova col destro e trova un corner. Dalla bandierina Bonanno chiama al grande intervento Vecchio in anticipo su Cucinotta che era pronto a insaccare da due passi. Al 33' il Città di Calatabiano resta in dieci: secondo giallo a Cantarella e ospiti che termineranno in inferiorità numerica. Gara molto nervosa, scintille da una parte e dall'altra. Al 37' Lu Vito salta più in alto di tutti e manda alto di poco. Naccari inserisce Sfameni per Bonanno liberando così Cucinotta che va a fare la punta nel 4-2-4 di casa. Si gioca pochissimo, dall'espulsione in poi tante pause e gioco parecchio spezzettato. Cinque minuti di recupero, davvero pochi visto che nell'ultimo quarto d'ora sono state più le pause che i minuti giocati. Al 48' corner, sale anche La Fauci ma Cucinotta manda alto di testa. Non si gioca quasi per niente anche nel recupero, Vecchio perde tempo e viene ammonito. Si recupera ancora qualche secondo, al 51' Bonsignore scodella in avanti ma Cucinotta trova sulla sua strada Vecchio. È l'ultima occasione per un Atletico che non va oltre lo 0-0 e resta a +8, il Città di Calatabiano resta l'unica squadra del girone a non aver perso contro i biancazzurri apparsi oggi troppo nervosi. Termina con i catanesi a esultare sotto la collinetta dove sono appostati una trentina di tifosi ospiti, festanti e gioiosamente rumorosi dal primo all'ultimo minuto. Per quanto riguarda playoff e promozione si deciderà tutto all'ultima giornata.

Atletico Messina-Città di Calatabiano 0-0

Atletico Messina: La Fauci, Lo Nostro (11' st Gulletta), Insana (43' st Andò), Sowe, Cucinotta, Bonsignore, Nicocia (21' st Cenci), Calapaj, Pagliaro (21' st Libro), Bonanno (36' st Sfameni), De Tommasi. A disposizione Interdonato, Zagone, Naccari, Bonamonte. Allenatore: Naccari-Caminiti

Città di Calatabiano: Vecchio, Riccina, Sciacca, Santoro, Barresi, Caltabiano, Cantarella, Fatty, Lu Vito, Rizzo (44' st Mileti), Lo Iacono. A disposizione Guarneri, D'Agati, Silvestro, El Allaoui, Leotta.

Arbitro: Emanuele Orlandi di Siracusa

Ammoniti: Cucinotta (A), Lo Nostro (A), Bonsignore (A), Pagliaro (A), Cantarella (C), Riccina (C), Vecchio (C).
Espulsi: 33' st Cantarella (C) per doppia ammonizione.